Razzoli: "Peccato, mi sentivo bene"

0
164

L'Olimpionico: "Le sensazioni sono state comunque positive""

Giuliano Razzoli non ha concluso la prima manche di Levi, causa la ‘deragliata’ per non aver affrontato una ‘figura’ con la giusta attenzione e con il dovuto tempismo: non è riuscito ad arrivare all’intertempo, uscendo quasi subito di scena. Tuttavia l’oro di Vancouver non fa drammi: "Peccato, mi sentivo bene e nelle prime porte stavo tirando, stavo andando forte. Probabilmente ho sottovalutato quel passaggio, sono arrivato sparato, ero in ritardo e non sono più riuscito a rimettermi in carreggiata. Per fortuna ho visto che le sensazioni sono buone, il ritmo gara c’era, e questa è la cosa più importante visto che in questo periodo non posso essere al 100% a causa dell’infortunio e della conseguente operazione. Adesso gurado subito al prossimo appuntamento, conscio che posso togliermi ancora delle grandi soddisfazioni. Un ringraziamento particolare intanto va al Razzo Fan Club, che mi ha seguito anche in Finlandia".

Articolo precedenteIl grande ritorno di Grange
Articolo successivoDa oggi le Fis a Zinal
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...