Race ski magazine 119 in edicola: Devil inside!

1
723

Un numero ricchissimo di approfondimenti e di servizi esclusivi

Tra oggi e domani sarà disponibile nelle migliori edicole d’Italia il quarto numero stagionale di Race ski magazine. La copertina è dedicata a Cristian Deville, grande protagonista dello slalom. A parte la vittoria di Kitz a fine gennaio, l’azzurro si è dimostrato tra i più costanti ad alto livello e anche quando ha sbagliato, stava sciando su livelli d’eccellenza.

Numero di approfondimento: partiamo con la questione delle inforcate in slalom, vere o preseunte, quindi le riflessioni di Ted Ligety sui nuovi materiali da gigante e gli ultimi dati sullo sviluppo del progetto dell’airbag nello sci che Dainese stra sviluppando per conto della FIS. Inoltre abbiamo partecipato all’incontro indetto dal SAI per discutere del futuro della FISI, da cui sono emersi alcuni interessanti spunti di riflessione.

La sezione sulla Coppa del Mondo vive di un particolare servizio dietro le quinte curato da Claudio Primavesi e Gabriele Pezzaglia, che racconta le tre storie di Cuche, Deville e Gross che si sono incrociate nella settimana magica tra Kitz e Schladming. Ma c’è anche l’intervista a Dada Merighetti, che racconta la sua prima vittoria nella discesa di Cortina.
La cover story è dedicata, come detto, a Cristian Deville: il tradizionale servizio ‘tutti gli uomini di…’ consente di scoprire tutti i segreti dello slalomista fassano, con magnifiche immagini in azione, in palestra e nel tempo libero in 10 pagine.
La rubrica ski-people è dedicata all’allenatore dei discesisti azzurri, Gianluca Rulfi e al talento emergente delle discipline tecniche, il tedesco Fritz Dopfer.
Venendo alla parte dei giovani, maxi-servizio sugli Italiani Giovani di Caspoggio, dove sono state assegnate le medaglie nelle discipline veloci, con foto esclusive realizzate sul campo di gara. Sempre per la rubrica ski people, intervista al valdostano Henri Battilani e all’ossolano Norman Cerini. Altro servizio ‘di peso’ dedicato al Criterium Interappenninico, che abbiamo seguito sulle nevi dell’Abetone: 6 pagine alla scoperta dei talenti del Centro-Sud. On the road con lo sci club Tutto Bianco a Corno alle Scale e intervista al tecnico bresciano Devid Salvadori sono altri punti forti della sezione sci club.

Da non perdere i reportage sui Campionati Italiani Master, sulla Coppa Italia Master e sulla Ski Race Cup, oltre naturalmente all’approfondimento sulla Peak to Creek di Bormio, prima tappa del Vist Italian Ranking patrocinato dalla nostra rivista. La sezione freeski ‘White not?’ si apre con una bella intervista all’ex atleta dello sci alpino, Simone Canal, ora uno dei rider emergenti della scena freestyle. Approfondimento sulle tappe del Freeride World Tour di Chamonix e Courmayeur e sul nuovo format agonistico denominato Rewoolution Riad (che mette in palio un viaggio in nuova Zelanda per il team vincitore!). 

La sezione materiali è dedicata alle novità dell’ISPO di Monaco di Baviera, ma non sono da perdere l’esclusivo articolo sulla questione del tuning a zero esatto di Marcel Hirscher, le prove del nuovo scarpone Black Project interamente costruito attorno al piede dello sciatore da Sidas, oppure il test sul campo della ‘Maschera Veloce’ di Briko con tecnologia Recon Instruments.
Ah, questa è solo una veloce anteprima dei contenuti principali: Race ski magazine numero 119 di marzo è molto di più! Appuntamento in edicola, dunque, non fatevelo sfuggire. Per chi volesse leggerlo su iPad, da oggi è acquistabile sulla pagina ‘abbonamenti’ del sito.

1 COMMENTO