Nella prova della discesa azzurri un po’ attardati. Schieder tredicesimo

Domani la discesa che aprirà la rassegna iridata giovanile sulle nevi già olimpiche

0
Florian Schieder @Andrea Chiericato

Dopo l’annullamento di ieri, oggi sulle nevi russe di Sochi/Rosa Khutor, che due anni fa hanno ospitato le Olimpiadi, è andata in scena la prima prova cronometrata della discesa di domani valida per i Campionati del Mondo Giovani, rassegna che vede in azione i ragazzi e le ragazze dagli anni ’99 fino al ’95. Gli azzurri agli ordini di Alexander Prosch, il responsabile della squadra B che è anche il tecnico di riferimento della spedizione iridata giovanile, sono sembrati un po’ attardati in prova. Tuttavia era il primo assaggio del pendio russo e la pista non era in perfette condizioni e per questo ‘salata’ dopo la pioggia di ieri. Domani, attenzione, la classifica potrà essere stravolta e tutti lo sperano vivamente.

SCHIEDER SI DIFENDE – Intanto, privi del campione del mondo iridato giovanile in carica Henri Battilani passato al primo anno Senior, c’è da registrare che il primo italiano in classifica nella prova odierna è il carabiniere altoatesino Florian Schieder, che si è piazzato al tredicesimo posto a 1.22 dal capofila, l’austriaco Clemens Nocker. Poi dietro di lui due francesi: secondo tempo a 28 centesimi per Victor Schuller e a 44 Matthieu Bailet. In classifica poi ecco lo sloveno Miha Hrobat, l’austriaco Stefan Babinsky e due statunitensi, Drew Duffy e Sam Morse.

VENTESIMO PAINI – Ventesimo il portacolori della squadra B Federico Paini che termina a 2.07, quindi a 2.17 c’è l’azzurrino Federico Liberatore ventitreesimo. L’altro carabiniere del Comitato Alto Adige Alexander Prast termina quarantacinquesimo a 3.72. Domani la discesa mondiale.