La vigilia del settantesimo 'Hahnenkamm Rennen'

0
86

Domani il superG alle 11.30

Cielo grigio, qualche goccia di pioggia oggi pomeriggio, qualche fiocco di neve in serata. Kitzbhuel si prepara per il settantesimo ‘Hahnenkamm Race’: in centro è partito l’après-ski, ma non c’è ancora la festa ‘vera’ di Kitz, anche se i campanacci degli svizzeri iniziano a ‘battere’ per le strade. Domani è tempo di superG, il via alla 11.30, con 59 atleti al via: il primo sarà lo svedese Jaerbyn, l’ultimo il belga Van Buynder. Il tecnico degli azzurri Gianluca Rulfi è appena uscito dalla riunione di giuria. «Il tracciato del superG è un po’ più frenato rispetto alle edizioni precedenti. E rispetto alle edizioni precedenti anche la neve è molto meno ghiacciata e l’umidità di oggi la renderà sicuramente ancora meno ‘complicata’ del solito. Come stanno gli azzurri? Tutto tranquillo, direi». Sette gli azzurri in gara: Patrick Staudacher con il 9, Christof Innerhofer con il 13, Werner Heel con il 21, Stefan Thanei con il 37, Dominik Paris con il 41, Aronne Pieruz con il 48, Siegmar Klotz con il 55. A ‘Kitz’ c’è anche Peter Fill, ma niente gare di Coppa del Mondo: stasera andrà a fare l’apripista nello slalom Fis in notturna di Westendorf.