Funziona il rapporto FIS-atleti in gara

0
627

Tra le rappresentanti anche Daniela Marighetti

È una delle novità dell’ultimo Consiglio FIS, un atleta tra i primi 15 che in ogni gara viene delegato a tenere i rapporti con il Race director della FIS. La regola, almeno in campo femminile, ha subito qualche adattamento. In pratica le atlete hanno scelto Niki Hosp e Maria Pietilae-Holmner per Courchevel e le prossime due gare tecniche, alle quali si aggiunge Maria Hoefl-Riesch, che terrà i rapporti  con Atle Skaardal anche per le gare di velocità, nelle quali sarà affiancata da Daniela Merighetti e Lara Gut. Il sistema sembra portare i suoi frutti. In occasione dello slalom annullato a Courchevel sembra che avessero dato parere negativo addirittura 8 delle prime 15. «Abbiamo iniziato a Lake Louise dove c’era anche Anja Paerson come supervisor e abbiamo stabilito di essere in tre perché spesso si tratta di prendere decisioni non facili, comunque mi sembra che il sistema funzioni» ci ha detto Lara Gut a Courchevel. Anche nelle gare veloci la decisione riguarda tre eventi, probabilmente fino a Bad Kleinkirchheim.

Articolo precedenteMemorial Fosson: l'Equipe Limone parte forte
Articolo successivoRazzoli, e' qui la festa!
Claudio Primavesi
DIRETTORE RESPONSABILE - Classe 1971, milanese di nascita, brianzolo d’adozione, l’importante è che da casa si veda qualche vetta innevata! Ha iniziato con un articolo su Buzzati sciatore per arrivare a… Sochi, prima per esplorare le cime caucasiche alla ricerca della neve fresca e poi per seguire le Olimpiadi. L’auto è sempre pronta: destinazione Sölden, Kitz od Ozegna, l’importante è raccontare ai lettori di Race che cosa succede davvero nel Circo Bianco.