Zeni ha un'idea per allargare la squadra C&B

La parola al poliziotto di Tesero, dt delle Fiamme Oro

Le squadre C&B sono state fatte, anche se in queste ore dovrebbero essere ultimati alcuni nuovi innesti e da vedere soprattutto in che forma. Intanto le prime dichiarazioni, le prime voci, i primi suggerimenti.

L’IDEA di ‘BEPPO’ ZENI – Ecco il direttore tecnico delle Fiamme Oro Giuseppe Zeni: «I numeri purtroppo a causa delle finanze che scarseggiano sono davvero risicati. Dispiace molto perchè fra C e B ci sono solo quindici atleti, ma non è tanto una questione di numero, bensì il problema sta nel fatto che atleti meritevoli in questo modo sono stati esclusi. Tuttavia ci potrebbe essere un modo, a mio avviso, per poter allargare la base di questa squadra, allenare se non il doppio, almeno una decina in più di ragazzi. L’obiettivo sarebbe allenare da giugno a meta novembre, ovvero alla vigilia del primo atto di Coppa Europa, tutti gli atleti attraverso i gruppi sportivi militari. Chi non è arruolato potrà essere tesserato. Certamente servirebbe un contributo per ognuno di questi dalla FISI, noi militari potremmo pensare a trasporti, mezzi e sfruttare al meglio le caserme sul territorio nazionale. Il contributo servirà per selezionare le trasferte in ghiacciaio all’estero, cosa che oggi con le proprie finanze i militari non possono eseguire. A conti fatti, anche se non voglio parlare di cifre, un atleta ai militari costa un terzo rispetto alla FISI, per questo con gli stessi soldi potremmo allenare in tutto il periodo estivo ed autunnale una trentina di atleti. Attenzione, sto parlando di dividere su questi ipotetici trenta atleti il budget che la FISI riserva ai quindici iniziali per quanto riguarda l’attività. Altra cosa è quello stanziato per gli stipendi degli allenatori civili. Questi ultimi saranno introdotti con l’avvio della Coppa Europa e faranno tutto il circuito continentale. Penso che questa sia una vera collaborazione fra FISI e militari, che non si conclude solo distaccando uno o più allenatori alle squadre. In questo modo insomma, programmi di training completi con gli stessi soldi e soprattutto con più atleti in squadra, che era poi l’obiettivo originario di FuturFisi».

Altre news

Già in vendita i biglietti per i Mondiali di Saalbach

Messe in archivio le finali di Coppa del Mondo, a Saalbach si pensa ai prossimi campionati del mondo che andranno in scena dal 4 al 16 febbraio 2025, mettendo già in vendita i biglietti per la rassegna iridata. First...

Grande festa di chiusura per il Comitato Alto Adige

Tempo di festa, visti anche i risultati, per la tradizionale chiusura stagionale del Comitato Alto Adige. Qualche numero: nello scorso inverno in programma una decina di eventi di Coppa del Mondo; le atlete e gli atleti hanno ottenuto una...

Asiva in festa a Gressan, 150 premiati. Mosso: «Contenti della stagione, i nostri progetti funzionano»

Sono stati 150 i premiati all'annuale festa dell'Asiva, disputata sabato all'area verde di Gressan, una manciata di chilometri più in là di Aosta. Un pomeriggio di premiazioni, utile anche a tracciare il bilancio della stagione, definita positiva dal presidente...

Ultimi due giorni per sciare sul versante italiano di Breuil-Cervinia. Da lunedì prosegue lo sci estivo in terra elvetica

Apertura da ottobre a inizio giugno. Breuil-Cervinia domani, domenica 9 giugno, chiuderà le piste sul versante italiano, ma non gli impianti di risalita che continueranno a funzionare per il proseguimento della stagione estiva. La pista “6”, servita dalla seggiovia Bontadini,...