Zagabria, 'Razzo' in testa dopo la prima manche

Manche sopraffina del reggiano su Kostelic. Moelgg sesto, Deville nono

Strepitosa prima frazione di Giuliano Razzoli a Zagreb: sulla collina di Sljeme l’olimpionico segna il miglior tempo, distanziando di 22 centesimi l’eroe di casa Ivica Kostelic. Partito per decimo e con la pista già segnata in quanto l’umidità aveva reso la neve meno ghiacciata rispetto alla gara femminile, ha fatto un capolavoro. Leggero e centrale, sempre in accellerazione, brillante in ogni suo passaggio. Non ha fatto una piega il reggiano, vuoi sui tratti ripidi ad inizio e fine pendio, vuoi sul lungo e determinante piano centrale. Terzo tempo per l’austriaco Benjamin Raich che perde 44 centesimi, quindi lo svedese Andre Myhrer a 46. Quinto a 47 centesimi il francese Julien Lizeroux e ottimo sesto a 67 Manfred Moelgg. Anche Cristian Deville finisce per il momento nei ‘top ten’, nono a 86 centesimi. Stefano Gross chiude ventottesimo, male Patrick Thaler a 3.46 da ‘Razzo’, niente qualifica per la seconda sessione.  Ore 18 secondo ’round’ sulle nevi croate della collina di Sljeme.

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...