Worley gigante a Lenzerheide, Brignone si scatena ed è seconda!

Una seconda manche spettacolare porta Federica Brignone sul secondo gradino del podio del gigante di Lenzerheide. La medaglia d’argento dei Giochi Olimpici di Pechino centra così la prima top 3 stagionale nei giganti di Coppa. Un altro capolavoro della valdostana che ha fatto registrare il miglior tempo di manche che le ha permesso di recuperare tre posizioni. Meglio di lei ha fatto solo la francese Tessa Worley, che nel tratto centrale e finale ha sciato molto forte, ma ha comunque accusato 55/100 di manche. Con il margine acquisito nella prima frazione, la transalpina è comunque riuscita ad andare al comando e a vincere con 29/100 sull’azzurra.

Federica Brignone ©Agence Zoom

La svedese Sara Hector, sempre più leader della specialità, non riesce a confermare il primo posto provvisorio. La sua azione è più sporca e per due centesimi finisce alle spalle di Brignone, chiudendo terza. Non trova il podio invece Mikaela Shiffrin che trova però 50 punti pesanti per la Coppa del Mondo, contro i 0 di Petra Vlhova che è uscita nella prima manche dopo pochissime porte. Ora l’americana comanda la classifica generale con 1156 punti, contro i 1039 di Petra Vlhova e i 931 di Federica Brignone che si è messa all’inseguimento della slovacca, riducendo ancora il gap.

MELESI BEST RESULTS – Chiude diciannovesima e fa segnare il miglior risultato in carriera (in gigante) Roberta Melesi. Ha recuperato ben sette posizioni nella seconda frazione, facendo registrare il nono tempo parziale. Subito dietro una Elena Curtoni diversa rispetto alla prima manche. Non ha trovato il ritmo, si è trovata a rincorrere, perdendo dieci posizioni.

Roberta Melesi ©Agence Zoom

ESORDIO DI ZENERE – Asja Zenere oggi ha fatto il suo esordio in Coppa del Mondo, finendo  a un soffio dalla qualificazione. Trentaduesimo tempo a circa tre decimi dalla trentesima posizione. Roberta Midali ha chiuso 37a, fuori Karoline Pichler e Marta Bassino.

HROVAT, TERRIBILE CADUTA – Bruttissima caduta per la slovena Meta Hrovat che stava sciando una bellissima manche, fino a poche porte dal traguardo quando ha inforcato a tutta velocità il palo sul dosso. È rimasta a terra per diversi minuti, poi è stata accompagnata fuori sorretta dai soccorritori.

PROSSIMO APPUNTAMENTO – La Coppa del Mondo femminile fa ora tappa ad Åre con un gigante venerdì e uno slalom sabato, poi il trasferimento a Courchevel/Méribel per le Finali di Coppa del Mondo.

LEGGI ANCHE

LE ULTIME NOTIZIE