Markus Waldner ©Agence Zoom

Ai Mondiali di Cortina dopo le polemiche arrivano le minacce di morte. Di mezzo c’è addirittura il responsabile Fis della Coppa del Mondo maschile Markus Waldner, che ha ricevuto una e-email dopo lo svolgimento del parallelo di Cortina. Già subito dopo la gara si erano scatenate le polemiche, anche contro i cronometristi che non avevano aggiornato le grafiche per la finale, che prevede un regolamento differente rispetto alle altre run. «Ho affidato tutto ai miei avvocati – ha detto Waldner -. Mi sembra una follia, si tratta pur sempre di una gara di sci». Nel pomeriggio è arrivata una nota degli organizzatori dei Mondiali, per esprime solidarietà al direttore di gara altoatesino.

©Agence Zoom

«Tutto lo staff di Fondazione Cortina 2021 esprime vicinanza e solidarietà a Markus Waldner, il responsabile FIS delle gare maschili di Coppa del Mondo e dei Mondiali di sci alpino, che ha ricevuto minacce di morte via e-mail dopo le polemiche per lo svolgimento del gigante parallelo di Cortina d’Ampezzo, che ricadeva sotto la sua competenza. Per un evento come il nostro, improntato sui valori dello sport e del fairplay, è inaccettabile che un professionista stimato come Markus riceva messaggi così gravi, che vanno oltre il normale dibattito e confronto».