Val Gardena e Alta Badia pronte per la Coppa del Mondo

Tra tre settimane i migliori sciatori al mondo torneranno a fare tappa  Alto Adige, dove entrambi gli eventi di Coppa del Mondo si svolgeranno senza restrizioni e torneranno all’antico splendore grazie all’ampio programma collaterale. Prima si svolgeranno un superG (venerdì 16 dicembre) e una discesa (sabato 17 dicembre) in Val Gardena, poi la carovana si sposterà in Alta Badia, dove domenica 18 e lunedì 19 dicembre andranno in scena due giganti.

Parterre pista Saslong ©Saslong Classic Club

In Val Gardena quest’anno si festeggeranno due anniversari, per questo ai piedi del Sassolungo tutto sarà incentrato sui numeri 55 e 100. Da un lato, infatti, si svolgerà la 55a Saslong Classic, mentre dall’altro la discesa libera di sabato 17 dicembre sarà la 100a gara di Coppa del mondo in valle. «A questi numeri associamo naturalmente molte emozioni positive. Ci permettono di vederci come una classica, anche perché abbiamo potuto scrivere parte della storia dello sci alpino internazionale. L’aspettativa per quest’edizione speciale della Coppa del Mondo in Val Gardena si sente dappertutto e festeggeremo come si deve la centesima gara di sabato 17 dicembre«, ha affermato Rainer Senoner, presidente del Saslong Classic Club. Per quanto riguarda il programma collaterale, estrazioni dei pettorali in piazza S. Antonio a Ortisei. Inoltre, la discesa libera del sabato sarà introdotta di nuovo dalla parata dei fan, come tradizione vuole. Nell’area del traguardo sarà allestita una tenda VIP esclusiva, a due piani. Nello spettacolare settore del pubblico a ridosso delle Gobbe del Cammello, invece, i tifosi potranno assistere alla gara da vicinissimo. «Si tratta di offrire agli spettatori quello che sappiamo fare meglio organizzare delle gare di sci di massimo livello«, ha sottolineato Rainer Senoner. 

Anche la Coppa del mondo in Alta Badia è da tempo una delle classiche del Circo bianco. Quest’anno i gigantismi si affronteranno per la 37a volta sulla Gran Risa, una delle piste da gigante più spettacolari e tecnicamente impegnative al mondo. «Possiamo organizzare due giganti, anche se avremmo preferito ospitare un gigante parallelo nella giornata di lunedì. Sabato pomeriggio, non appena terminerà la festa dello sci in Val Gardena, alle ore 17 il party inizierà da noi e due ore dopo raggiungeremo il primo clou con l’assegnazione dei pettorali. Sia domenica che lunedì la prima manche avrà inizio alle ore 10, la seconda sempre alle ore 13.30. Tra le due manche, nello stadio si terranno dei piccoli concerti e domenica, a partire dalle 12.30 le Frecce Tricolori ci onoreranno con una loro esibizione», ha detto Andy Varallo, presidente della Ski World Cup Alta Badia.

Varallo e Senoner hanno presentato molte iniziative appositamente create per la Coppa del mondo. Così, in Alta Badia uscirà un allegato speciale alla La Usc di Ladins, per informare e coinvolgere ancora di più le persone sul posto. Gli organizzatori della Coppa del mondo, inoltre, hanno battezzato il magazine digitale MGZN+ mgzn.skiworldcup.it che propone moltissimi contenuti interattivi a tutti gli interessati. La Val Gardena, invece, punta sui giovani, come evidenziato dallo skipass stagionale gratuito per tutti gli alunni delle scuole primarie, le gare FIS della prossima settimana al Piz Sella, il Vitalini Speed Contest, una cooperazione con l’ITE Raetia e un Training Camp internazionale gratuito in dicembre. 

 

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...