Ushuaia: Curtoni, Fanchini, Brignone e Marsaglia in partenza da Roma

Due mesi, poco più, all’esordio stagionale in Coppa del Mondo a Soelden. E’ tempo di “macinare chilometri” sugli sci anche d’inverno per la squadra femminile, che finora non ha sciato tantissimo. Anzi. Quattro atlete del gruppo “Polivalenti”, Federica Brignone, Francesca Marsaglia, Elena Curtoni e Nadia Fanchini partiranno oggi da Roma (le prime due arrivando da Torino, le altre da Milano) alla volta di Buenos Aires (tredici ore di volo) e poi Ushuaia (altre quattro ore circa) per un viaggio infinito.

PROGRAMMA – Il programma è cambiato. L’idea, proprio per queste quattro atlete, era di partire sì sempre il 27 agosto, ma per fare quindici giorni prima a Ushuaia e poi altrettanti a Las Leñas, sempre in Argentina, ma più a nord, al confine con il Cile, per lavorare solo sulla velocità. Purtroppo le piogge degli ultimi giorni hanno creato una situazione non sostenibile nella stagione sciistica, motivo per cui lo staff azzurro, per non rischiare e saggiamente, ha preferito lasciare le ragazze fisse a Ushuaia. Un peccato, naturalmente. La FISI in realtà ha provato anche a scegliere la soluzione alternativa all’ultimo momento, quella di La Parva, in Cile, dove quasi tutte le altre velociste (e i maschi) vanno a preparare la stagione in discesa e superG. Ma lì l’Italia non ha la priorità, come a Ushuaia, e le ragazze avrebbero dovuto allenarsi solo in un turno pomeridiano assieme a troppe altre “colleghe”, rischiando di “bruciare” in parte la trasferta. Insomma, nulla di nuovo e tutte alla stazione di Cerro Castor, come sempre, dove è possibile lavorare molto bene in slalom, gigante, sfruttare una discreta opzione per il superG e anche la pista alta per un po’ di discesa, solo in piano e per cinquanta secondi circa. Meglio che niente. E l’opzione La Parva sarà probabilmente la destinazione dell’estate 2017 per le polivalenti…

FUTURO – Le novità sono due: il giorno del rientro non è ancora stato fissato. Vista l’impossibilità di andare a Las Leñas, saranno le ragazze stesse a decidere se tornare, come di consueto, dopo tre settimane, oppure, nel caso le energie siano ancora presenti, fermarsi per un intero mese per lavorare al meglio. Secondo: il 4 settembre le quattro polivalenti citate verranno raggiunte da Marta Bassino, Sofia Goggia, come previsto, ma anche da Laura Pirovano, come già anticipato. Ottimo investimento sul futuro.

Altre news

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...

Mowinckel saluta l’agonismo al termine della stagione

Sono le ultime gare della carriera per Ragnhild Mowinckel, che questa mattina ha annunciato l'ormai prossimo ritiro. Finirà la stagione, poi la trentunenne norvegese saluterà il mondo delle gare. Ha trascorso 14 anni nella squadra norvegese, 12 nel circuito...

Manuel Feller cala il poker: suo anche lo slalom di Palisades Tahoe. Sesto Vinatzer

Ancora Manuel Feller, quarto sigillo in stagione in slalom. Una vittoria, quella dell’austriaco a Palisades Tahoe, tutta in rimonta: terzo a metà gara mette pressione ai primi due con una manche delle sue di questi tempi: all'attacco, ma con...