Sochi 2014 Live – 'Incredibile, in allenamento la Costazza fa paura'

Questa volta non ha pianto mentre scendeva dall’albero come dopo il gigante Livio Magoni. E’ meno arrabbiato, ma comunque è deluso. E si vede. Dopo le uscite di Chiara Costazza e Federica Brignone lascia la pista e raggiunge il parterre di Rosa Khutor. Si gusta le big che divorano i pali, vede il recupero di Marlies Schild e le linee così efficaci di Mikaela Shiffrin. «Questa fa paura», afferma il ‘Mago’ che scappa a prendere la seggiovia per raggiungere il Villaggio Olimpico. Lo raggiungiamo.

LO SLALOM – Ci parla dello slalom: «Ho allenato tante atlete in carriera, Chiara Costazza è veramente forte. Credetemi. Purtroppo in gara è un’altra persona, sembra che le manchi qualcosa dentro, di testa, di convinzione».

IL GIGANTE – Livio Magoni torna sul gigante, l’argomento gli sta davvero a cuore. E parla di debacle senza mezzi termini: «Francesca Marsaglia, soprattutto nella seconda, ha fatto la sua onesta gara. Denise Karbon con il meteo orribile che c’era non va oltre quelle posizioni, vedi la prima manche, discreta ma non benissimo. Federica Brignone non è stata mai in gara. E poi Nadia Fanchini. Non ho dormito la notte dopo la gara, sono stati 11 centesimi pesantissimi. Potevamo essere qui a parlare di bilancio positivo, invece è deludente a mio modo di vedere. Dove ha sbagliato? Posso dire dove ho sbagliato io. Forse ho tracciato poco filante, c’erano troppi angoli. E ad ogni modo almeno avrei dovuto dirle di schiacciarsi di meno, di essere più aperta. Il fatto di schiacciarsi è un atteggiamento che Nadia ha quando cerca di attaccare a tutta. E ora? Non è finita qui, aspetto una zampata ad Aare».