Tutti in viaggio verso Kitz: è il giorno della discesa… sotto qualche fiocco di neve

KITZBUEHEL – È ancora buio, nevica e le strade si colorano di bianco. Ma nulla importa: è il giorno dell’Hahnenkamm, della discesa più importante, dell’evento che per gli austriaci (e non solo) è irrinunciabile. Macchine ordinate una in fila all’altra, da Mittersill verso Pass Thurn, destinazione Kitzbuehel. Un lungo serpentone di luci e mezzi che si muovono nel bianco di uno dei tanti passi, che collegano località glamour, blasonate e storiche.

In centro a Kitzbuehel si respira già la solita aria di festa, anche se lungo le vie, alle 8 del mattino, si vede ancora pochissima gente a spasso. Più che normale considerata la prima grande festa del venerdì sera, che proseguirà fino a domani. Nevischia anche a Kitz, il fondo è però molto duro anche se sopra si è depositata un po’ di nevina, che continua a essere pulita dagli addetti in pista.

Beat Feuz ©Agence Zoom

Oggi, si diceva, è il giorno della Discesa; sì, quella con la D maiuscola, quella che i discesisti vogliono correre almeno una volta nella vita. Solo i più forti però, possono vedere il loro nome sulle cabine e nel prestigiosissimo albo d’oro. Uno di questi è Beat Feuz, che ha vinto tre volte la discesa, facendo anche il back-to-back a distanza di due giorni.

Oggi saluterà, davanti al solito pubblico che si preannuncia essere numerosissimo. Si parla già di tutto esaurito, di decine di migliaia di tifosi che arriveranno ai piedi della Streif. Alle 11.30 (diretta su Rai Sport ed Eurosport) il via della discesa dell’83° Hahnenkamm; aprirà Adrian Smiseth Sejersted, con Dominik Paris al via con il pettorale 10. Numero 13 per Mattia Casse, 17 Matteo Marsaglia, 18 Florian Schieder, 24 Christof Innerhofer, 36 Guglielmo Bosca, 37 Nicolò Molteni e 53 Pietro Zazzi.

Altre news

È uscito Race ski magazine 176, incentrato sui grandi eventi giovanili di fine stagione

La stagione agonistica 2023/2024 è in archivio, ormai tutti i circuiti si sono chiusi, anche se qualche atleta, soprattutto di alto livello, è ancora in pista per sfruttare le condizioni, testare materiale e affinare il gesto tecnico. Com’è andata...

Kitzbühel e Sestiere, EA7 Winter Tour a tutta

Il viaggio continuo, che entusiasmo EA7 Winter Tour: dappertutto, ovunque. Da appiausi per gestione, organizzazione, offerta. E sulle Alpi non poteva mancare la tappa mitica in Austria  a Kitzbuehel. Posizionati in area Sonnenrast, l’igloo EA7 ed il gatto delle...

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...