Trasversalità Podhio: ecco il ciclismo con la partnership con Beking

Le contaminazioni di Podhio, le aperture, le sfumature. Nuovi campi, settori, nuove opportunità per Podhio. Sempre più trasversale il brand sportivo toscano che sceglie con convinzione di aprire nuovi scenari e investire in nuove opportunità. Rimane lo sci la stella polare, ma a fianco Gianni Roini e il suo team guardano ad altre discipline sportive: vela, tennis, padel con da ultimo l’evento a Forte dei Marmi con Podhio Race Generation e adesso il ciclismo. E che ciclismo. Podhio è stato fra gli sponsor temici di Beking, l’evento giunto alla seconda edizione organizzato a Montecarlo. Si tratta di una rassegna benefica certamente ma dal valore sportivo comunque davvero ingente. Un momento di confronto fra professionisti ed amatori, poi lo spazio dedicato ai bambini che hanno potuto pedalare nel circuito allestito a Port Hercule e nel pomeriggio il criterium dei ‘pro che consisteva nel pedalare un anello di 1.400 metri da ripetere quaranta volte.

Trentin, il Principe di Monaco e Gilbert © Roberto Bettini/SprintCyclingAgency

«La trasversalità oggigiorno è la nostra linea guida. Se lo sci e la montagna rimangono nell’aspetto agonistico e del tempo libero la vocazione principale, affacciarci ad alte esperienze è senza dubbio nelle nostre corde. Essere fra i partner nel Principato di Monaco a Beking in un evento di tale portata, vuoi per l’impegno sociale e vuoi per i campioni in campo, ci rende straordinariamente soddisfatti», fa sapere Gianni Roini. E si, tanti nomi illustri del ciclismo mondiale. Presenti fra gli altri Tadej Pogacar, Peter Sagan, Elia Viviani, Davide Formolo, Caleb Ewan, Matteo Mohoric e Philippe Gilbert che si è aggiudicato il criterium chiudendo in bellezza la sua carriera agonistica. E non poteva mancare ovviamente Matteo Trentin che insieme alla moglie Claudia Morandini, ex sciatrice azzurra, hanno ideato questa iniziativa. Sostiene proprio Claudia: «E’ stata una giornata speciale per tutti gli amanti delle due ruote. Il coinvolgimento dei bambini nell’evento del mattino è stato il momento più emozionante. Ringrazio tutte le persone che hanno reso possibile questo evento, dai corridori, alle istituzioni, associazioni, partners e volontari i quali hanno garantito la sicurezza della manifestazione. Vogliamo fare crescere questa rassegna con l’aiuto di tutti coloro mettono il futuro dei bambini e l’aiuto per il prossimo al primo posto».

Roini e Morandini

Altre news

Se ne è andata Elena Fanchini

È morta Elena Fanchini, ex sciatrice che lottava contro un tumore, 37 anni. Era malata da tempo e Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria della discesa di Cortina d'Ampezzo. A gennaio del 2018 aveva annunciato che avrebbe lasciato lo...

Marta superGigante: «Una vittoria di peso, ho studiato la discesa di Vonn alle Finali 2015»

Isolde Kostner oro a Sestriere nel 1997, Marta Bassino oro a Méribel nel 2023. Ventisei anni dopo l’Italia torna sul gradino più alto del podio nel superG, una disciplina che la cuneese ha sempre fatto, ma che ultimamente le...

Kilde precede Innerhofer nella prima prova della discesa di Courchevel

Aleksander Aamodt Kilde ha realizzato il miglior tempo nella prima prova cronometrata della discesa maschile di Courchevel. Il norvegese ha impiegato 1’48”81 per affrontare l’Eclypse, affrontando a gran velocità i lunghi curvoni del “Mur du Son”. Christof Innerhofer è stato...

Il capolavoro di Marta – fotogallery

    Che spettacolo, che sciata, che capolavoro! Marta Bassino si prende uno strepitoso oro nel superG dei Campionati Mondiali di Courchevel-Méribel. Una sciata splendida, una prestazione che tiene a 11/100 una certa Mikaela Shiffrin.