Tramonta la trasferta in Sudamerica: gli azzurri restano in Europa

Qualcuno ci ha creduto e sperato fino all’ultimo, in molti l’avevano già accantonata, di nuovo. La trasferta in Sudamerica non ci sarà, salta per il secondo anno consecutivo. Questa volta è ufficiale e a comunicarlo è la Federazione che nell’ultimo periodo ha provato a lavorare a un accordo speciale cercando l’intesa con il Governo argentino. Nonostante il continuo impegno dal Ministero dello sport italiano e, in particolare del Sottosegretario allo Sport Valentina Vezzali insieme all’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires, non è stato possibile ottenere l’autorizzazione per l’ingresso dei gruppi di lavoro in Argentina e il conseguente raggiungimento di Ushuaia. 

Ushuaia ©Agence Zoom

In questo momento non ci sono le condizioni per poter entrare nel paese e le restrizioni imposte dal governo sono inderogabili. «Abbiamo provato fino all’ultimo minuto utile a convincere il governo argentino a permettere il passaggio degli atleti, purtroppo il ministero della sanità argentino non lo ha permesso – spiega il Presidente Flavio Roda – Con la cancellazione degli allenamenti nella Terra del Fuoco, cambia naturalmente il programma degli allenamenti dei team in avvicinamento alla prossima stagione di competizioni, che proseguiranno la preparazione sui ghiacciai europei». 

Così fino all’11 settembre i velocisti di Coppa del Mondo scieranno di nuovo sulle piste di Plateau Rosà, stesso periodo anche per il gruppo femminile Polivalenti che accoglierà anche Federica Brignone. Le slalomiste invece in questi giorni stanno sciando a Saas-Fee, dove resteranno fino all’11 settembre. 

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...