Torna il parallelo (fra le polemiche)

Alta Badia Live – Partenza ore 18. Rubati gli sci a Hirscher

Questa sera c’è il gigante parallelo. Si gareggia con tabellone tennistico ma i sedicesimi di finale si svolgeranno su due manche con andata e ritorno. Ottavi con eliminazione secca fino alla finalissima. Cinque gli azzurri al via: Roberto Nani, Manfred Moelgg, Florian Eisath, Massimiliano Blardone e Riccardo Tonetti.

RUBATI GLI SCI DA GARA DI HIRSCHER – Marcel Hirscher intanto, dopo la premiazione, ha passato una vigilia del parallelo convulsa per la scomparsa degli sci da gara del gigante. Sembra strano che spariscano sci in una zona super controllata come le finish area, con regole ferree di ingresso e pass specifici per ogni tipo di corridoio (i giornalisti fra l’altro spesso relegati in spazi laterali e con scarsa visibilità). Sarà stata forse qualche azienda per scoprire i segreti degli sci del numero uno? Ipotesi che circolava ieri fra diversi allenatori…

LA QUESTIONE DELLA RETE PER IL PARALLELO – Il parallelo dicevamo. Nella serata e nella prima mattinata di oggi è scoppiata una polemica su una richiesta da parte di Ted Ligety in merito a delle reti di protezione. Il dt statunitense Rearich infatti, ha portato nella riunione di giuria la richiesta di Ted di fissare una rete alta 30 centimetri di altezza per delimitare i corridoi. Ligety, che è il portavoce degli atleti, pare abbia sentito esclusivamente Hirscher e non tutto il primo gruppo di merito. Così in riunione i tecnici si sono detti contrari, sostenendo che Ligety è stato praticamente portavoce di se stesso. E l’Austria? il coach Berthold si è detto contratio alla proposta USA, anche se sembrerebbe che invece Hirscher fosse stato favorevole. La palla alla fine è passata alla FIS. Markus Waldner ha aspettato in mattinata un sms dai parte dei dt delle squadre: risultato finale niente rete.

HIRSCHER: «MEGLIO FARE PARALLELO NEL WEEK-END» – Marcel parla di «calendario al limite», ma sposa comunuqe la causa di questa specialità: «L’unico problema è il fatto di gareggiare al lunedì, ci sarà poca gente». Hirscher è soddisfatto dell’ultimo successo: «Non guardo dati e statistiche, lo farò quando lascierò l’agonismo. Abbiamo trovato una Gran Risa diversa, non ghiacciata come al solito, una cosa un po’ strana. E’ stata una vittoria importante, sempre spettacolare imporsi su questa pista».

Altre news

Sestriere si prepara per il ritorno della Coppa del Mondo

Martedì si è tenuto a Sestriere il sopralluogo della Fis in vista delle prossime gare di Coppa del Mondo che faranno tappa sulle piste della Vialattea sabato 22 e domenica 23 febbraio 2025. Come per l’ultima edizione ospitata a...

Osservati del Centro-Sud in allenamento a Les 2 Alpes

Destinazione Les 2 Alpes per il gruppo degli atleti Osservati del Centro-Sud, in pista per allenarsi con i tecnici della Fisi. Il direttore tecnico giovanile Paolo Deflorian ha convocato da lunedì 23 a sabato 28 giugno quindici uomini e otto...

Il team Nordica si allarga: entrano anche Saccardi e Canins

Dopo il rilancio ufficiale della scorsa stagione, Nordica continua a rafforza il suo team race con nuovi arrivi, su tutto l’arco alpino e in tutte le discipline. Jörg Ruedl, Racing Business Manager e il Racing Sport Manager Manfred Mölgg...

I ‘grandi infortunati’ al lavoro per il rientro

L’ultima stagione è stata costellata da tanti infortuni eccellenti. Compresi quelli in casa Italia con Sofia Goggia ed Elena Curtoni. Tutti al lavoro per il rientro, vediamo allora come sta andando il recupero degli atleti in giro per il...