Sala campione italiano Giovani di slalom. A Vinatzer il GPI

Tommaso Sala sul tetto d’Italia. Il lecchese delle Fiamme Oro ha vinto lo slalom di Pozza di Fassa e si è laureato campione italiano Giovani. Il lombardo ha fatto la differenza in entrambe le manche, ha concluso in 1.43.37 e rifilato 91 centesimi a Federico Liberatore. Il poliziotto si è portato a casa la seconda medaglia, dopo il titolo conquistato ieri in gigante. La medaglia di bronzo è invece andata a Davide Da Villa, staccato di 1″24. Per il trentino delle Fiamme Gialle una grandissima gara: nella seconda manche ha recuperato dal settimo posto parziale. Una stagione difficile per Da Villa, fermo nella prima parte dopo l’incidente. Oggi è salito sul podio tricolore.

GRAN PREMIO ITALIA – Anche la gara odierna era valida per il Gran Premio Italia Giovani. Sala, Liberatore e Da Villa, tutti atleti della squadra azzurra, non rientrano in classifica. Il miglior Giovani è stato l’altoatesino Alex Vinatzer, che si è preso anche la leadership degli Aspiranti. Secondo posto Giovani per il piemontese Andrea Squassino, ottavo assoluto, con terzo Giovani e secondo Aspiranti per il veneto Pietro Canzio, nono assoluto. Terzo posto Aspiranti per il napoletano, ora in Valle d’Aosta, Giovanni Zazzaro.

ORA SELLA NEVEA– Ora tutti a Sella Nevea dove domani scatteranno i Campionati Italiani Assoluti e Giovani di velocità, oltre che per il Gran Premio Italia. Discesa e superG infatti assegneranno i doppi titoli.

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...