Ormai da alcuni anni la stagione invernale di Tecnica-Blizzard si conclude a Livigno. Una volta per allenare la velocità, un’altra per provare i nuovi sci, un’altra ancora per mettere ai piedi prototipi di scarponi. Lo staff del racing team cerca sempre qualcosa di diverso e interessante da proporre agli atleti, in particolare a quelli del team A giovanile, seguito da vicino dal team e in particolare da Alessandro Colturi. Questa volta a Livigno il lavoro si è concentrato sullo scarpone Tecnica: non è cambiato il modello, si sta però portando avanti uno sviluppo ed era necessario un feedback anche da parte dei giovani. Nel video ne parla Matteo Murer, product manager proprio dello scarpone.

Un’uscita che era in programma da tempo e che per il Covid-19 è sempre rimasta in sospeso. Doveva svolgersi la scorsa primavera, ma sappiamo tutti com’è andata a finire; poi si era cercato di inserire il periodo a novembre, ma un altro stop ha rovinato i piani. Questa volta invece nessun problema: sette atleti, insieme ai rispettivi tecnici, hanno raggiunto Livigno dove l’inverno non accenna ad andarsene. Questa mattina prima giornata di test, i primi quattro giri in buone condizioni di terreno e di visibilità, poi è arrivata la neve e la luce si è appiattita sempre più. Nonostante questo, però, il lavoro è stato concluso: otto, nove giri in gigante, cronometro e intermedi alla mano, una buona mole di dati che verranno poi analizzati.

Domani seconda giornata di test, altri scarponi da provare, altre soluzioni, in vista del prossimo inverno ma con lo sguardo anche alla stagione ancora successiva. Tecnica-Blizzard guarda avanti, il futuro si progetta con largo anticipo.