Svindal concede il bis in discesa. Fill ottimo quarto

Gardena Live – Sul podio Fayed e Jansrud

Il francese Guillermo Fayed rovina la festa a Peter Fill, che sembrava l’unico ad  avvicinare la mostruosa corazzata vikinga che ieri è stata protagonista con un’eccezionale tripletta in superG. Peter chiude comunque ottimo quarto nella discesa della Val Gardena di Coppa del Mondo, la terza del calendario 2016.

PIETRO COMPETITIVO DI NUOVO – La notte ha portato consiglio a Pietro. Riesce a cancellare dalla testa l’incolore superG, dimenticare gli errori, allontanare dubbi e paure di sbagliare nuovamente. Insomma, un Pietro con un rinnovato entusiasmo già dalla ricognizione, grazie anche alle fraterne, ma decise, parole di Max Carca, il giovane ‘capo allenatore’. E così Pietro l’ha capita: ha attaccato a tutta, ma non è bastato a conquistare un altro popdio dopo la doppietta discesa-superG di Lake Louise.

ANCORA SVINDAL DA PAURA, JANSRUD TERZO – Il solito Aksel Lund Svindal trionfa e sono cinque i centri questa stagione. Veloce nei tratti di scorrimento,sul Muro di Socher e sulle Gobbe del Gabbello sicuramente efficace e scorrevole,anche se da vedere non bellissimo. E poi una gomma, un elastico sui Prati del Ciaslat e quindii, finiti i passaggi tecnici e caratteristici del pista ladina, si racchiude, si raccoglie e si tuffa in picchiata verso il traguardo incrementando ancora il vanatggio. Sul podio dicevamo un altro grande, il francese Fayed a 43 centesimi e terzo l’altro vikingo pregiato, Kjetil Jansrud a 46. Dopo Fill quinto il canadese Erik Guay, poi Austria con  Vincent Kriechmayer e Max Franz, lo statunitense Steven Nyman, il tedesco Josef Ferstl e decimo il francese Johan Clarey. E gli Italiani? Dominik Paris discreto, ma non di più. E’ tredicesimo a 1.46, da Domme ci aspettiamo di più. Attardati oltre la ventesima piazza gli altri: ventiduesimo Mattia Casse,ventottesimo Werner Heel, trentacinquesimo Matteo Marsaglia, quarantesimo Christof Innerhofer, cinquantunesimo Henri Battilani, cinquantatreesimo Emanuele Buzzi, saltato Siegmar Klotz.

SORPRESA BENNETT – Pettorale 57 e sesto al traguardo. Questa la bella storia scritta dallo statunitense Bryce Bennett che ha fatto passare qualche secondo non proprio bello ai tre sul podio. Classe 1992, fino a oggi il suo migliore risultato era un trentasettesimo posto in combinata.

BRUTTA CADUTA PER MAYER –
Brutta caduta per l’austriaco Matthias Mayer che ha sbattuto la schiena. Dall’impatto violento sulla neve dura, ha perso anche la maschera. Trasportato all’ospedale in elicottero per forti contusioni al torace e perchè faticava a respirare.

Doppietta di Svindal sulla Saslong. Ecco le prime foto della discesa della Val Gardena (Photo Andrea Chiericato) Posted by Race Ski Magazine on Sabato 19 dicembre 2015

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...