Svindal, altra lezione

Il norvegese vince anche il superG

Ancora lui. Aksel Lund Svindal concede il bis a Bever Creek. Dopo la discesa, anche il superG: la ‘Bird of prey’ per il norvegese è una pista tornata amica. Alle sue spalle un’altra conferma, quella di Hermann Maier, secondo a 45 centesimi. Terzo Michael Walchhofer e subito dietro ancora Italia, questa volta con Christof Innerhofer ad 11 centesimi dal podio. Peter Fill oggi chiude a poco meno un secondo dalla vetta appena fuori dai dieci. Da sottolineare la settima piazza ex-equo di Benni Raich e di Ted Ligety, sempre più sulla strada della polivalenza. Più indietro Werner Heel e fuori dai trenta Aronne Pieruz e Stefan Thanei. Out Manfred Moelgg, ma la sua gara è il gigante domenica,  Patrick Staudacher, che sembra stia attraversando un difficile momento, e Walter Girardi.

Altre news

Persio Pennesi, la sicurezza al centro del programma

Francesco Persio Pennesi è un volto conosciuto nel mondo dello sci. Avvocato - e maestro di sci con esperienze in Italia ed all’estero tra Bariloche, Valle Nevado, Aspen e St. Moritz -, ha concentrato le sue conoscenze lavorative sulla...

Lara Colturi sempre in pista con caschi e maschere Bollé

Prime gare stagionali con eccellenti risultati per Lara Colturi, che si allena (e gareggia) ogni giorno indossando sempre materiali Bollé. In slalom la giovane di talento ha deciso di utilizzare il casco Mute Salom Mips che garantisce la massima sicurezza...

Pietro Marocco si ricandida: «Una Federazione dinamica, flessibile, capace a dialogare, mettersi in discussione»

Dopo quattro anni alla vicepresidenza della Fisi, Pietro Marocco si ricandida come consigliere alle prossime elezioni nazionali. «Sì, ma c’è anche un decennio alla guida dell’AOC, un’esperienza straordinaria, certamente non facile, ma che mi ha ripagato con la soddisfazione di...

Svindal: «Ho un cancro ai testicoli»

Un post su Instagram scioccante: cancro ai testicoli. È quello che si legge sul profilo social di Aksel Lund Svindal. Ho sentito un cambiamento nel mio corpo. Non ero sicuro di cosa fosse, o se fosse qualcosa. Ma ho...