Superba Rebensburg, Brignone ad un soffio dal podio

La ventenne tedesca 'bissa' il successo del gigante

Dopo la libera maschile ecco il superG delle donne. La pista è sempre la Kandahar, che ha resistito ai raggi di sole primaverili grazie ad una preparazione ottima. Sul gradino più alto del podio la tedesca Viktoria Rebensburg, che si mette al collo il titolo juniores del superG. E’ nata nell’89 e oggi è stata autrice di una gara superlativa distanziando l’austriaca Mariella Voglreiter di oltre un secondo. La “corazzata” austriaca conquista anche il bronzo grazie ad Anna Fenninger e la quarta piazza con Ramona Siebenhofer (classe 1991). Al quinto posto troviamo la “nostra” Federica Brignone. Dopo il settimo posto in gigante di lunedì, la valdostana si conferma fra le giovani più brillanti del Circo junior. Al via con il ventisette, Fede ha sciato aggressiva, decisa, chiudendo solo a diciannove centesimi dal bronzo. Peccato, meritava una medaglia visto anche la superba prima manche del gigante, ma piedi e carattere sembrano esserci per davvero. Una pista impegnativa, sicuramente un “signor” superG per le donne: partenza ripida e un gigantone nella parte centrale più pianeggiante e ancora una picchiata conclusiva dove erano disegnate le ultime porte. Diciannovesima si classifica Elena Curtoni, autrice di una prestazione più che discreta. In classifica c’è anche Maria Elena Rizzieri ventisettesima che precede Marta Benzoni. Out Benedetta Cumani e Francesca Marsaglia. La seconda stava andando forte, ma si è praticamente fermata su una porta. Per le donne ora il programma prevede domani e venerdì le prove della discesa e sabato la gara.

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...