Super-Herbst nella prima manche di Kitzbuehel

Secondo posto per Manfred Moelgg, ottavo per Giuliano Razzoli

Fondo duro e compatto sulla Ganselrn di Kitzbuehel per la prima manche dello slalom speciale, che determinerà anche la classifica della combinata del trofeo dell’Hahnenkamm. Atmosfera sonnolenta, come al solito, con i tifosi che raggiungono lentamente la pista dopo la notte di festa del sabato sera per le strade di Kitz. Ma in pista i ritmi sono stati tutt’altro che sonnolenti: Reinfried Herbst ha ancora il dente avvelenato per l’uscita nella seconda manche della stagione scorsa dopo aver dominato la prima manche e ha concluso con 41 centesimi di vantaggio sul primo degli inseguitori, l’azzurro Manfred Moelgg, che da queste parti riesce sempre a trovare un feeling particolare. Alle sue spalle due atleti in crescita, Neureuther e Myhrer, quandi Hargin e Lizeroux. Ottavo posto per Giuliano Razzoli, a 1.22 da Herbst. Il Razzo è partito forte, miglior tempo in alto, poi ha tirato i remi in barca, accontentandosi di tagliare il traguardo. Lo aspettiamo nella seconda manche. Nono posto per Kostelic, ‘frenato’ dalla voglia di vincere la combinata (100 punti e tanti soldi).
Qualificato per il rotto della cuffia Cristian Deville, ventottesimo a 2.88, mentre sono finiti fuori dai trenta un abulico Patrick Thaler (l’anno scorso salì sul podio in questa gara) e Stefano Gross. Christof Innerhofer non ha concluso la gara, mentre Dominik Paris, in pista per la combinata, ha concluso a oltre 7 secondi e mezzo.
A BREVE L’AGGIORNAMENTO LIVE DAL NOSTRO INVIATO A KITZBUEHEL.

Altre news

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...