Martina Peterlini e Irene Curtoni ©Pentaphoto

Per le ultime due gare della rassegna iridata si cambia palcoscenico, si lascia l’area d’arrivo di Rumerlo per andare nella vicina zona del Drusciè, pista che ospiterà le due prove tra i rapid gates che chiuderanno i Campionati del mondo di Cortina d’Ampezzo. Due anni fa ad Åre s’impose l’americana Mikaela Shiffrin, in cerca della quarta medaglia a Cortina d’Ampezzo. Questa mattina, alle 10, la prima atleta a partire sarà l’austriaca Katharina Liensberger, una delle star di questo mondiale, campionessa mondiale nel gigante parallelo e bronzo nello slalom gigante. È senza dubbio una delle favorite di oggi, insieme a Petra Vlhova, che partirà subito alle sue spalle e all’americana Mikaela Shiffrin, pettorale 4, che può fare la storia con il quinto titolo in slalom.

Irene Curtoni è l’unica azzurra in primo gruppo e partirà con il pettorale 14, con il 16 Federica Brignone che partecipa come da programma, anche se dopo il gigante aveva messo in dubbio la sua presenza. Era un momento di rabbia… Al via, pettorale 26, anche Martina Peterlini, e Anita Gulli (50), che ha preso il posto di Lara Della Mea, ferma per infortunio al ginocchio.