Sofia Goggia festeggia la Coppa in discesa con un nuovo podio: seconda alle spalle di Ilka Stuhec

Sofia Goggia chiude la stagione della discesa con un nuovo podio, seconda alle spalle di Ilka Stuhec. Anche nell’atto finale si confermano le regine della velocità: la bergamasca festeggia così la coppa di specialità, salendo ben otto volte sul podio con cinque vittorie e tre secondi posti in discesa (oltre ad un terzo posto in superG, per un totale sinora di 48 podi in Coppa del Mondo), la slovena chiude seconda nella standing, mentre al terzo posto rimane Corinne Suter con un solo punto di margine su Elena Curtoni che si scompone su un salto, finisce a terra (senza conseguenze) e rimedia così uno zero nell’ultima discesa.

Ilka Stuhec ©Agence Zoom

Ilka Stuhec chiude con 51 centesimi di margine su Sofia Goggia, con terza Lara Gut-Behrami a 81. «Ho provato a dare il massimo in gara – le parole di Sofia – sono stata un po’ abbondante nella parte centrale dove volevo tagliare più le linee. Non sono riuscita mai a tenere il piede sinistro come avrei voluto, uscendo un po’ in controspalla. Ho disputato una bellissima ultima parte di gara, ispirandomi al video delle ragazze che negli ultimi giorni l’avevano fatta bene. È comunque una pista, come avevo detto prima della gara, non tanto congeniale alle mie caratteristiche. Le discese sono finite e in questa stagione, caduta a parte, il peggior risultato è stato il secondo posto: è stata un stagione in cui sono stata dominate in discesa, con 8 podi su 9 gare, mai uscendo dal secondo posto. Sono felicissima di alzare questa coppa, frutto dell’impegno di tanti anni e colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutata, dando un contributo alla realizzazione di tutto questo».
Ottima prestazione di Federica Brignone, anche in chiave superG, quarta a 96 (Ho cercato di fare la differenza nel tratto finale del tracciato e penso esserci riuscita: sono contenta della mia gara. La pista mi piace molto, anche in vista del superG dove mi impegnerò al massimo. Anche senza il podio è stata un’ottima prova. Era da un po’ che non facevo bene in discesa. Ad inizio stagione non avevo un buon feeling con la disciplina, avevo fatto bene a St. Moritz poi il baratro, ma nelle ultime gare avevo ritrovato buone sensazioni tranne, forse, nelle parti di scorrimento in cui pago ancora tanto. In superG parto in rincorsa, le avversarie sono in forma, ma farò il massimo per non avere rimpianti), quinta Mirjam Puchner a 1.01; completano la top ten Breezy Johnson, Isabella Wright, Kajsa Vickhoff Lie, Laura Gauchee Ragnhild Mowinckel. Quindicesima Nicol Delago, diciottesima Laura Pirovano, ventitreesima Marta Bassino.

Federica Brignone ©Agence Zoom

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...