Slalomisti promossi, gigantisti rimandati

Il primo scaglione torna in Italia. Il bilancio di Ravetto

E’ tempo di tornare in Italia per il gruppo Coppa del Mondo degli slalomgigantisti, dopo che Ploner è già dovuto rientrare in anticipo a causa di un infortunio. Finisce insomma il periodo a Ushuaia per gli azzurri guidati da Jacques Theolier, che hanno raggiunto le nevi della Terra del Fuoco proprio tre settimane fa. Claudio Ravetto, il direttore tecnico del settore maschile richiamato nemmeno un mese fa dal Commissario straordinario Franco Carraro, traccia un primo bilancio, prima di volare con gli azzurri alla volta dell’Italia: "Il periodo argentino è stato positivo, come sempre. Abbiamo trovato un po’ tutte le condizioni di neve, ma devo dire che abbiamo lavorato molto bene sul duro. Ogni anno che passa Ushuaia è sempre più il centro più significativo della preparazione estiva, quest’anno sono venuti in massa anche gli austriaci, che ci hanno anticipato. Per quanto riguarda gli slalomgigantisti ci sono due situazioni differenti. I ragazzi delle ‘porte strette’ stanno andando forte, con Giuliano Razzoli in prima linea a staccare spesso i migliori tempi. ‘Razzo’ sbaglia ancora un po’, ma quando è concentrato, attento, trova il giusto equilibrio e scia in maniera tanto solida quanto aggressiva, insomma come sa, è veramente competitivo. Ma anche Manfred Moelgg, Cristian Deville che si è ripreso da due brusche inforcate, e anche il giovane Stefano Gross sono in ottima salute. Siamo soddisfatti del lavoro svolto fino a qui. In gigante invece ci sono ancora dei problemi. Innanzitutto Alberto Schieppati fa ancora un po’ fatica ad allenarsi, mentre Davide Simondelli non è ancora al top dal punto di vista fisico. Alexander Ploner è ko, Florian Eisath fa fatica sul difficile, ed inoltre Massimiliano Blardone è ancora un pò titubante, rischia poco. E’ necessario ancora lavorare, del resto sapevamo che con il gigante ci sono un po’ di problemi, gli altri hanno fatto passi considerevoli in avanti. E’ un ciclo che va ad esaurirsi, bisogna però vedere come. I migliori tempi? Giovanni Borsotti, quando arriva è il migliore senza dubbio", fa sapere il biellese di Strona. Oggi, ore 15.30 italiane, la partenza da Ushuaia. Gli slalomgigantisti torneranno sulla neve il 20 settembre, con molta probabilità la destinazione sarà il ghiacciaio elvetico di Zermatt.

Altre news

Già in vendita i biglietti per i Mondiali di Saalbach

Messe in archivio le finali di Coppa del Mondo, a Saalbach si pensa ai prossimi campionati del mondo che andranno in scena dal 4 al 16 febbraio 2025, mettendo già in vendita i biglietti per la rassegna iridata. First...

Grande festa di chiusura per il Comitato Alto Adige

Tempo di festa, visti anche i risultati, per la tradizionale chiusura stagionale del Comitato Alto Adige. Qualche numero: nello scorso inverno in programma una decina di eventi di Coppa del Mondo; le atlete e gli atleti hanno ottenuto una...

Asiva in festa a Gressan, 150 premiati. Mosso: «Contenti della stagione, i nostri progetti funzionano»

Sono stati 150 i premiati all'annuale festa dell'Asiva, disputata sabato all'area verde di Gressan, una manciata di chilometri più in là di Aosta. Un pomeriggio di premiazioni, utile anche a tracciare il bilancio della stagione, definita positiva dal presidente...

Ultimi due giorni per sciare sul versante italiano di Breuil-Cervinia. Da lunedì prosegue lo sci estivo in terra elvetica

Apertura da ottobre a inizio giugno. Breuil-Cervinia domani, domenica 9 giugno, chiuderà le piste sul versante italiano, ma non gli impianti di risalita che continueranno a funzionare per il proseguimento della stagione estiva. La pista “6”, servita dalla seggiovia Bontadini,...