Slalom Squaw Valley, Holdener due centesimi davanti a Shiffrin a metà gara. Bene Costazza e Brignone

La pista Red Dog si dimostra impegnativa anche in slalom (ottavo e penultimo stagionale in corso sulle neve californiane di Squaw Valley), gara che mette a dura prova le atlete nel corso della prima manche, anche a causa del caldo e delle neve molto ‘saponosa’. Wendy Holdener tiene vivo il sogno di riportare la Svizzera sul primo gradino del podio in questa specialità dopo quasi 15 anni e guida in 47”44 al termine di una run in cui ha fatto la differenza soprattutto nel tratto centrale, quello più pianeggiante. Shiffrin, scesa con il pettorale n.7 su un manto già rovinato, per una volta non è riuscita a cambiare marcia in fondo anche se ha recuperato tre decimi su Wendy, chiudendo seconda a 2 soli centesimi. L’americana però, grazie all’uscita di Veronika Zuzulova, ha già conquistato matematicamente la sua quarta Coppa di specialità qualunque sia il suo risultato finale, eguagliando Marlies Schild, il tutto a soli 21 anni, impresa riuscita solamente a Stenmark nella storia della manifestazione. I 125 punti che aveva di vantaggio prima di questa gara le consentono infatti di trionfare con una prova d’anticipo.

Shiffrin in azione sulla Suvretta ©Agence Zoom
Shiffrin in azione sulla Suvretta ©Agence Zoom

LE ALTRE – Terza Petra Vlhova, staccata di 0”42, molto brava nella prima parte del tracciato; quarta una sempre costante Strachova, a 0”72. Quinta Schild, sesta Kirchgasser, settima una buona Costazza a 1”55, 8a Meillard, 9a Wikstroem, 10a Michelle Gisin. Tantissime uscite, soprattutto a causa della terza porta e in generale della prima parte del tracciato, sul ripido, con la pista sempre pendente verso destra: tra le altre sono ‘saltate’ Hansdotter, Zuzulova, Loeseth, Stiegler, Bucik, Duerr, Pietilae-Holmner, mentre non hanno preso il via Ilka Stuhec, Lavtar e Bassino. Ottima prova di Anna Swenn-Larsson, 11a a 2”25 con pettorale 33, e anche di Federica Brignone, che da Crans Montana sta sciando molto bene nella disciplina e si è piazzata 12a a 2”33. La valdostana andrà a caccia dei miglior risultato in carriera in slalom, ottenuto a Zagabria nel gennaio 2015 (14esima). Le altre italiane: 17esima Irene Curtoni, 19esima Manuela Moelgg, entrambe alla ricerca della qualificazione per le Finali di Aspen.

Federica Brignone (@Pentaphoto)
Federica Brignone (@Pentaphoto)

RISULTATI

Seconda manche alle 22.00, disegno del tecnico austriaco Plattner. Diretta TV su RaiSport1 ed Eurosport1.

Chiara Costazza a Squaw Valley (@Zoom agence)
Chiara Costazza a Squaw Valley (@Zoom agence)

Altre news

Calendari di Coppa del Mondo, a che punto siamo?

Sui calendari di Coppa del Mondo tanto si è detto in queste ultime stagioni. Dalle lettere aperte degli atleti, sino alla recente proposta (Change the Course) della federazione norvegese di dividere la stagioni in blocchi geografici, spostando l’avvio della...

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo. Condizioni variabili al Faloria: subito un po’ di nebbia, anche qualche fiocco di neve, poi finalmente il sole per i partecipanti alla terza edizione dell’iniziativa di Race Ski Magazine che...