Simone Origone

E sono 12. Dodici sfere di cristallo. Simone Origone ha vinto l’ennesimo trofeo della sua brillante carriera e lo ha fatto al termine di una stagione trionfale, chiusa con tre gare in meno per l’emergenza sanitaria che ormai sta mettendo in ginocchio l’Europa. «La mia stagione è stata super – ha detto -, ho vinto tutte le gare che ho disputato. Purtroppo con la situazione che stiamo vivendo è un momento triste e non riusciamo a gioire appieno». Origone ha vinto tutte e sei le gare disputate quest’anno, chiudendo con 600 punti e battendo il francese Simon Billy (440) e l’austriaco Manuel Kramer (330). «Se mantengo questa condizione fisica posso ancora togliermi delle soddisfazioni». 

PROMOSSA LA FISI, BOCCIATA LA FIS – Simone, che ha toccato quota 50 successi (quello di Sun Peaks 2004 non era stato calcolato dalla Fis) promuove le decisioni della sua Federazione ed è critico sulle scelte di quella internazionale. «Volevo fare i complimenti alla nostra Federazione che ha preso delle decisioni forti ma giusti, il comportamento della Fis non è stato certamente adeguato alla situazione, perché in giro ci sono ancora tanti atleti che magari vorrebbero tornare a casa, e stare vicini alle loro famiglie».

Il circuito femminile è stato vinto dalla svedese Brutta Backlund con 600 punti, con seconda posizione per Valentina Greggio (405) e terza per l’altra svedese Lisa Hovland-Uden.