La quinta per l'atleta valdostano

Le nubi vanno ad avvolgere il Mont Fort, a Verbier, la visibilità è nulla e il recupero di Cervinia, penultima tappa della Coppa del Mondo di speed skiing è cancellata. Una decisione della giuria che consegna nella mani di Simone Origone la Coppa del Mondo, la quinta sfera di cristallo per il maestro di sci e guida alpina di Champoluc. A una gara dalla conclusione della manifestazione riservata agli uomini-jet, Origone, a quota 460 in classifica generale, con i cento punti in palio, giovedì, nell’ultima tappa, sempre a Verbier, ha un vantaggio incolmabile dai più immediati inseguitori: +115 sull’elvetico Philippe May; +145 sul francese Bastien Montes.