Si pensa già alla velocità: le Nazionali azzurre pronte alla partenza per il Nord-America

C’è ancora Lech (dove è più sì che no la disputa della gara, ma solo giovedì ci sarà la decisione definitiva), c’è anche Levi, ma si inizia a pensare alla velocità e dunque alla trasferta nord-americana. Sino all’8 novembre le frontiere con gli Stati Uniti sono chiuse, ma grazie a un invito del comitato olimpico statunitense la Nazionale azzurra, come altri team, potrà entrare nel Paese. Il grosso della pattuglia azzurra partirà già sabato, qualche atleta nei giorni successivi: destinazione per tutti Copper Mountain. E così dopo tanto ghiacciaio si tornerà a sciare su neve fresca (anche se nelle ultime settimane la neve è caduta anche sulle nostre Alpi…): in realtà anche la quota di Copper Mountain è da ghiacciaio, arrivando a 3785 metri, e in realtà la stazione aprirà solo il 22 novembre, ma per gli atleti girerà lo stesso.

Perché Copper Mountain, come la maggioranza delle stazioni americane è privata, ma da diversi anni ha firmato un accordo con la federazione USA. Novembre è in esclusiva per loro, negli altri mesi invece c’è una pista, quella tutta a sinistra guardando la mappa, la più lunga, dove si può fare discesa visto che le protezioni sono fisse, ma si può tranquillamente organizzare un allenamento in gigante e slalom, e dove possono entrare solo le Nazionali. Non solo quelle a stelle e strisce, ma anche quelle straniere. Nella scorsa stagione ci sono andati solo i tedeschi, in questa ne vedremo altre di squadre, compresa quella azzurra. La gestione è affidata all’US Ski Team che fa un po’ il planning degli allenamenti. Ak, ovviamente la pista si paga.
I Mondiali di Cortina hanno lasciato in dote una pista, la 5 Torri, che sarà campo di allenamento per club e comitati, chissà se con le Olimpiadi in casa ci sarà la possibilità di replicare una sorta di modello Copper Mountain anche da noi.

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...