Segnali dallo slalom di Sestriere. Roberto Lorenzi: «C’è da lavorare, ma oggi sono contento»

Tutti ci auspicavamo di vedere una azzurra nella top ten e un’altra nella top 15, ma al Sestriere non è successo. Non è una catastrofe, perché la squadra azzurra sta riordinando i pezzi, sta lavorando giorno dopo giorno per crescere e tornare in alto. E i segnali oggi sono arrivati. Intanto in quattro si sono qualificate alla seconda manche – che fino a poco tempo fa non era così scontato -. E poi in tre sono andate in zona punti. Importante per loro, importante per i contingenti perché, lo ricordiamo, oggi hanno corso in sei perché è il minimo previsto per la nazione ospitante, ma l’Italia alla vigilia contava cinque posti e a Levi ne aveva solo quattro. 

Diciannovesima Lara Della Mea, ventesima Vera Tschurtschenthaler, 28a Lucrezia Lorenzi, all’esordio in Coppa del Mondo dopo una miriade di problemi ai piedi e un sogno chiamato Coppa del Mondo che sembrava essere ormai lontanissimo. E invece ha risposto presente, ha fatto i primi punti in carriera sulle piste di casa, nel giorno dell’esordio. In zona mista arriva Roberto Lorenzi, capo allenatore che ha preso per mano questa squadra e la sta facendo crescere insieme agli altri componenti del team. «Segnali positivi, dobbiamo ancora crescere – racconta -. Serve lavorare tecnicamente e andare avanti passo dopo passo. Non si può certo pensare di avere l’exploit immediato. Sono però contento della giornata di oggi perché qualcosa inizia a intravedersi». 

©Pentaphoto

Piedi incollati per terra come al solito, ma comunque un bel sorriso – anche se Gulli è uscita e Della Mea ha sbagliato – che non può che fare bene a questa squadra. Che si sta ricostruendo e che ha bisogno di tempo. Avanti così, con le ragazze che hanno tutte parlato di fiducia e ottimismo. E di spirito di gruppo. «Una giornata positiva per tutte noi – spiega Vera -, eravamo già contente dopo la prima manche, perché non succedeva da tempo vedere tutte queste qualificate. Il lavoro con Doc? È bravo, è bravo a tenere il gruppo, sotto il profilo organizzativo, mi piace tutto lo staff per come sta lavorando». Le fa eco Lara Della Mea: «Quest’anno abbiamo un team con il quale si può lavorare bene. Sono contenta perché anche le altre ragazze sono andate bene, è una bella giornata per tutto il team».

Altre news

Braathen operato di appendicite. Rientro per lo slalom iridato del 19?

Lucas Braathen è stato operato di appendicite acuta in Austria presso l'ospedale di Zell am See. Il fuoriclasse norvegese è stato dimesso in mattinata. Piinheiro ha accusato dolori forti all'addome durante una vacanza a Parigi dopo lo slalom di...

Alleghe, Pizzato gigante. Rigamonti (2°) si impone nel GPI Junior su Bertoldini e Claudani

Seconda gara ad Allegjhe: nel gigante Fis ottima prestazione dell'azzurrino Stefano Pizzato. Il C anticipa Leonardo Rigamonti Fiamme Gialle, quindi Andrea Bertoldini del Lecco AC, staccati rispettivamente di 42 e 56 centesimi. Bella prova dei due che si mettono dietro...

Coppa Europa, due top ten per le azzurre nelle discese di Chatel

La Coppa Europa femminile fa tappa sulle nevi francesi di Chatel con due discese e un superG, recupero di quello di San Pellegrino. Mercoledì, nella prima discesa, doppietta austriaca con Christina Ager che precede di 38 centesimi Nadine Fest,...

Limone, Platino si impone nettamente in gigante. Rosca anticipa Collomb e Marangon nel GPI

Seconda gara a Limone Piemonte griffata Equipe Limone e Ski College Limone. Ed è tempo di gigante Fis, con una netta vittoria dell'azzurra Elisa Platino che mette dietro di gran lunga altre due atlete della squadra nazionale: a 1.82...