Riday, la lana che traspira

RIDAY® presenta la nuova linea di intimo tecnico e calze sportive WOOLTECH® in lana merino australiana, estremamente tecnica e completamente ecosostenibile.Tecnica perché in realtà consiste in un doppio tessuto sottilissimo, realizzato da macchinari tessili 100% italiani di ultima generazione: grazie al loro ausilio, è possibile accoppiare uno strato traspirante a contatto pelle con uno estremamente morbido e termoregolate in lana merino all’esterno, così da ottenere un tessuto completo in grado di garantire pelle sempre asciutta e calda. Inoltre il tessuto è classificato anti-pilling (non produce i fastidiosi pallini, tipici della lana) e superwash (si può lavare in lavatrice fino a 30°C., senza infeltrire). Ecosostenibile perché la lana utilizzata proviene da una filiera controllata e garantita dal consorzio internazionale Woolmark®, perché è stata tinta con colori naturali derivanti dalla frutta, che non inquinano i mari e i fiumi e non producono biossido di carbonio e perché ogni accessorio è stato realizzato dal compattamento di foglie secche.

Da anni, la lana merino anti-pilling, è usata nei capi di abbigliamento tecnici: cronologicamente si sono succedute tecnologie differenti che hanno permesso il suo utilizzo nel confezionamento di maglie intime a contatto pelle.Fino a poco tempo fa, qualsiasi capo di primo strato, veniva realizzato con il tradizionale metodo taglia-cuci, ossia venivano tagliate pezze di tessuto realizzate con macchine piane a scorrimento, e poi assemblati con cuciture più o meno invasive. Oggi, con la tecnologia Seamless, le macchine a cilindro circolari permettono di realizzare trame più complesse e utilizzare fili di lana di alta qualità, in mischia con tessuti di natura sintetica ed elastomeri per conferire ad essa più elasticità e compattezza. Ma fino ad ora, nessun capo tecnico, seppur Seamless, è mai stato in grado di esaltare tutte le caratteristiche positive della lana ed annullarne le peculiarità meno tecniche e quindi meno adatte all’uso tecnico sportivo. RIDAY®, oggi presenta WOOLTECH®, la prima linea di capi a doppio strato a contatto pelle, realizzati con lana merino australiana anti-pilling all’esterno e fibra tecnica ultra-traspirante in polipropilene sulla pelle: con l’accorgimento dell’accoppiatura di due tessuti, uno di natura idrofoba sulla pelle (il polipropilene) e l’altro di natura idrofila all’esterno del capo stesso (la lana merino), RIDAY® esalta tutte le caratteristiche tecniche dei due filati e crea, un ecosistema traspirante nettamente più efficace di qualsiasi altro tessuto in mischia: in pratica l’idrofobia del polipropilene a contatto pelle allontana immediatamente l’umidità dall’epidermide e la trasferisce agli strati più esterni del capo, dove incontra l’idrofilia della lana, che assorbe e spande il fronte dell’umidità, facendola evaporare più velocemente nell’atmosfera.

E oltre a tutto ciò, i due strati di tessuto contrapposti, permettono di esaltare SOLO le caratteristiche più apprezzate di entrambe, che sono per la lana: 1) termoregolazione: adattamento ai cambi repentini di temperatura, passando dalla fase di coibentazione termica con le temperature più basse, alla fase di dissipazione del calore con l’innalzamento termico 2) anti-pillig 3) morbidezza 4) comfort all’indosso 5) antiodore naturale 6) 100% compatibilità ambientale e per il polipropilene:1) traspirabilità 2) leggerezza 3) totale anallergicità 4) riciclo al 100% 5) naturale anti-battericità.

I tratti sobri, la morbidezza e la praticità, rendono la nuova linea WOOLTECH® adatta all’uso, non soltanto sportivo, ma anche per tutti i giorni. L’ accorgimento del tessuto anallergico sulla pelle, inoltre, permette di essere indossata anche da chi è allergico al contatto pelle con la lana, non percependo più il classico pizzicore.

 

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...