Prove generali sulla Stelvio: i favoriti tutti davanti

Il migliore è Jerman, ma ha saltato una porta. Bene Innerhofer

Secondo giorno di prove sulla Stelvio, sotto un cielo coperto e con temperature in leggero calo. La pista un po’ più compatta rispetto a ieri, con qualche difficoltà  per i concorrenti a causa della scarsa visibilità. Un po’ tutti lamentavano il fatto che gli sci sbattessero molto, soprattutto sulla Carcentina. Il miglior tempo l’ha fatto lo sloveno Andrej Jerman, anche se nel tratto finale ha ‘tagliato’ una curva saltando una porta. Al di là di questo, lo sloveno conferma comunque di apprezzare molto la pista bormina, dato che anche ieri era stato tra i più veloci: potrebbe essere uno degli ousider per la gara di domani. Alle sue spalle tutti i favoriti: Mario Scheiber, in costante crescendo di forma, Didier Cuche, Klaus Kroell, Didier Defago e Christof Innerhofer; unico assente Aksel Lund Svindal, che a causa dell’influenza, ha preferito non partecipare alla seconda prova cronometrata, ma che sarà sicuramente al cancelletto di partenza domani. «Ho provato a ‘tirare’ oggi – ha commentato Inner al parterre –  soprattutto nella parte tecnica. Si vedeva poco, ‘sbatteva’ tanto, ma sono abbastanza soddisfatto di come ho sciato. Poi nel finale mi sono rialzato, ma le sensazioni sono positive». L’impressione, insomma, guardandolo negli occhi, è che stia ritrovando la giusta brillantezza e che domani Innerhofer sarà della partita per il podio. Un po’ più indietro Patrick Staudacher, diciottesimo, mentre le note positive vengono da Mattia Casse: il giovane valsusino, partito con il pettorale 46, ha fatto segnare il ventiquattresimo posto, dimostrando grande confidenza su una pista tecnica come questa. Domani andrà a caccia dei primi punti in Coppa del Mondo: l’appuntamento è per le ore 11.45.

Altre news

Settembre, mese di elezioni nei Comitati regionali. Nuova assemblea in FVG?

Un mese intenso per le elezioni del rinnovo dei consigli regionali della Fisi. Il 3 settembre si apre a Milano (all’Auditorium Testori del Palazzo Regione Lombardia) e a Roma (nel Palazzo delle Federazioni Sportive) con le assemblee elettive di...

Uk Sport taglia i fondi, gli inglesi della neve tremano e Ryding lancia un crowdfunding

Quale futuro per gli sport invernali britannici? Non roseo, come ha comunicato la stessa GB Snowboard (Federazione) ai suoi atleti. Sci alpino, fondo e nordico paralimpico non sarebbero più ritenuti idonei, dalla UK Sport, per ricevere i finanziamenti del...

Nello skiroom azzurro di Landgraaf

Ore e ore dietro agli sci. Lo fanno sempre, a maggior ragione quando sono in raduno negli skidome, dove il filo si mangia in fretta. Lavoro frenetico per gli skiman, che a volte non hanno avuto neppure il tempo...

Il ritorno di Peterlini: «Tanto, ma tanto lavoro dopo due operazioni»

«Sono tornata». Martina Peterlini ha rimesso gli sci ai piedi nei giorni scorsi. Lo ha fatto dopo un lungo stop, durato quasi otto mesi da quel 16 dicembre dello scorso anno, quando nello slalom di Coppa Europa di Valle...