Prima prova cronometrata della discesa femminile di St. Moritz

Prima prova cronometrata della discesa di St. Moritz. La più veloce è stata la statunitense Isabella Wright che ha chiuso con 32 centesimi di margine su Sofia Goggia («Fino al numero 15 – le parole della bergamasca – siamo scese tutte col buio, alcune con un po’ di vento, ma la visibilità era parecchio piatta e non si vedeva bene. Ci sono delle linee da limare, nell’ultimo salto ho saltato più di 50 metri, e lì bisognerà capire un attimo per la gara in cui sicuramente arriveremo più veloci»), poi un terzetto austriaco con Christina Ager (a 59), Tamara Tippler (a 75), Stephanie Venier (a 1.23), quindi la svizzera Jasmine Flury, Mikaela Shiffrin, Federica Brignone (la valdostana, ottava a 1.65, è stata molto veloce soprattutto nel tratto di scorrimento finale), Lara Gut-Behrami e Juliana Suter a completare la top ten. Ventesima al traguardo Elena Curtoni; più attardate Laura Pirovano ventinovesima, Nicol Delago trentaquattresima, Karoline Pichler trentaseiesima, Nadia Delago quarantunesima, Roberta Melesi quarantacinquesima e Marta Bassino cinquantottesima.

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...