Prima manche in Badia, comanda Ligety

Live – Tra gli angoli di Ante Kostelic davanti l'americano su Hirscher

Una manche d’altri tempi sulla Gran Risa questa mattina, con distacchi consistenti vuoi per la difficoltà del pendio, vuoi per la tracciatura angolatissima disegnata da quel funambolo di Ante Kostelic. Chi ‘tagliava’ era sconfitto, chi andava dritto sul palo con linee millimetriche rischiava di perdere tempo prezioso perchè troppo accentuati erano gli angoli messi giù dal croato sugli alpeggi gelati ladini. Era necessario ‘carvare’ per essere efficaci, per avere in termini di tempo una sciata reditizia. L’americano Ted Ligety, miglior interprete di questa sciata, è balzato in testa alla classifica superando l’altro ‘pezzo da novanta’, l’austriaco Marcel Hirscher, distanziato di mezzo secondo. A 66 cetesimi il norvegese Aksel Lund Svindal, davvero regolare, poi ancora Austria con Philipp Schoerghofer e Hannes Reichelt. Molto bene Massimiliano Blardone che chiude sesto con il pettorale 19 e prende da Ligety 1.11. Undicesimo il francese Alexis Pinturault. Manfred Moelgg ventunesimo a 1.61, nei trenta anche Giovanni Borsotti ventottesimo appena davanti a Davide Simoncelli, distanziati rispettivamente di 2.93 e 3.07. Seconda manche ore 13.30.

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...