Federica Brignone ©Pentaphoto

Prima e unica prova della discesa a Bansko dove si inizia a gareggiare già venerdì con il recupero della gara cancellata a Val d’Isère. Il vento ha condizionato la prima parte di giornata, tanto da costringere gli organizzatori ad abbassare lo start a quello del superG. Fortunatamente le condizioni meteo sono migliorate, consentendo il regolare svolgimento sull’intero percorso. Il best crono è dalla svizzera Joana Haelen davanti, per soli 10 centesimi, a Federica Brignone («La pista è molto ripida, tosta, gira e sbatte, insomma è abbastanza dura. Ci sono tante curve, ho sciato abbastanza bene perchè sono rimasta bene sui piedi, diciamo che ho trovato le condizioni che più amo. Sto bene, ci proverò anche venerdì, pur sapendo che tutte le avversarie andranno sicuramente più forte. Personalmente proverò a limare ancora qualche decimo e stare più chiusa possibile, è una discesa molto simile al supergigante»). Quindi Tamara Tippler (terza a 15 centesimi) e Mikaela Shiffrin (quarta a 1″08) con Sofia Goggia, quinta a 1″14 («E una pista tosta, direi challenging, un vero supergigantone, un pendio che non molla mai un attimo. Non esistono parti di scorrevolezza, se non all’inizio, con una media pendenza e due muri ripidi grossi. Indossavo il pettorale numero 1 e quindi sono uscita dal cancelletto un attimo sulle uova, sciando sulla difensiva. Il ritardo è dovuto soprattutto a questo aspetto, però è stata una buona prova. Studierò al video la migliore linea e i margini di miglioramento sono notevoli, mancano ancora cinque discese da qui alla fine della stagione e ci sono le possibilità per divertirsi»). Quindicesima piazza per Marta Bassino, seguita da Nicol Delago, sedicesima a 1″94, mentre Francesca Marsaglia accusa 2″24 di ritardo, Elena Curtoni 2″43, Nadia Delago 3″82, Laura Pirovano 4″28 e Verena Gasslitter a 7″. Venerdì il via è previsto alle ore 9.45, con diretta televisiva su Raisport ed Eurosport.