Pranger vince lo slalom ad eliminazione

'Esplodono' tutti i favoriti. L'austriaco si impone su Lizeroux e Janyk

Metti una Bellevarde già di per sè molto ripida e impegnativa. Aggiungi un fondo nevoso ‘barrato’ ma non troppo costante. Completa con un tracciato – soprattutto nella seconda manche – contorto e aritmico e ottieni lo slalom iridato di Val d’Isère. Alla fine, come sempre, ha vinto il più bravo, perché Manfred Pranger è riuscito ad adattarsi al meglio alla condizione, ma lo spettacolo ne ha di certo risentito. La seconda manche è stata un massacro: via via sono saltate in aria le ambizioni dei superstiti della prima (out tra gli altri Rocca, Herbst, Myhrer, Miller, Matt e Razzoli). Michael Janyk, nono dopo la prima manche a quasi due secondi da Pranger, ha piazzato il miglior tempo sul tabellone davanti a Neureuther. Da quel momento sono saltati via via Byggmark, Raich, il nostro Moelgg e Ligety. Poi tra un tripudio di bandiere tricolori Julien Lizeroux è passato al comando, nonostante un grave errore nel tratto centrale. Quindi ancora out il favoritissimo Jean-Baptiste Grange, per lo scoramento generale della tribuna savoiarda e Johan Brolenius, autore di una grandissima prima manche. A quel punto Manfred Pranger ha potuto amministrare il mezzo secondo di vantaggio, sciando pulito, portando a casa in extremis l’unico oro di questi mondiali per l’Austria. Argento per Lizeroux, bronzo per Michael Janyk. Per l’Italia l’ennesima cocente delusione di questo mondiale.

Altre news

Meillard sfreccia nello slalom di Aspen. Podio per Strasser e Kristoffersen

Dopo i due secondi posti nei giganti dietro a Marco Odermatt, Loic Meillard riesce ad imporsi nello slalom di Aspen, Colorado, e vince per la prima volta fra i pali stretti. Il capofila della prima run, il francese Clement...

Noel comanda in prima nello slalom. 8° Sala

Dopo i giganti, ecco lo slalom sulle nevi del Colorado ad Aspen: il francese Clement Noel stacca di 27 centesimi lo svizzero Loic Meillard, reduce da due podi fra le porte larghe. Poi i distacchi aumentano: il 3° è...

Brignone vola nella nebbia di Kvitfjell: vittoria di coraggio nel superG. «Mi diverto e non voglio smettere»

Un capolavoro in mezzo alla nebbia, una prova di forza e di coraggio. Federica Brignone vince il secondo superG di Kvitfjell, una maratona durata oltre due ore e mezza, colpa della nebbia che per tutta la mattinata andava e...

Aspen, Odermatt imbattibile: 12 trionfi consecutivi in gigante. Davanti gli azzurri: 4° De Aliprandini, 5° Vinatzer

Senza parole. Marco Odermatt è semplicemente imbattibile in gigante. Di tutti colori ne combina lo svizzero sul ghiaccio del Colorado nella seconda run, ma vince sempre e comunque. E sono 12 i successi di fila in gigante. Ha fatto...