Poc e la speciale maschera per Odermatt: «Ho voluto un leone, fonte di ispirazione fin da quando ero piccolo»

Una maschera Poc esclusiva, realizzata appositamente per Marco Odermatt, che proseguirà la proficua collaborazione iniziata anni fa con Poc ed è pronto ad aprire il primo cancelletto di partenza della stagione. La maschera è della serie Signature, in edizione limitata, disegnata dall’azienda proprio per il forte sciatore elvetico. «Corro con la maschera Zonula perché offre prestazioni e campo visivo incredibili. L’elastico è disegnato con un leone, che è stato per me fonte di ispirazione fin da quando ero piccolo. Con Poc abbiamo lavorato su un nuovo colore e incentrato il design sul leone, che per me è il simbolo della potenza e dell’agilità. Sono entusiasta di gareggiare questa stagione con il mio design, mi ispira e spero che ispiri anche gli altri».

©Stephan Bögli

«Poc è all’avanguardia nell’innovazione della sicurezza e delle prestazioni – aggiunge Odermatt – Per poter sciare velocemente con il massimo impegno e concentrazione, devo avere assoluta fiducia nella mia visione e nella mia sicurezza. So di poter contare sui caschi e le maschere di Poc, sono pronto a impegnarmi per i prossimi quattro anni». 

Sull’operazione, interviene anche Amber Stackhouse, responsabile marketing di Poc: «I risultati di Marco parlano da soli, ma è altrettanto impressionante il modo in cui si approccia allo sci: la sua concentrazione, la sua tecnica, la sua energia e il suo entusiasmo, che si ripercuotono chiaramente su tutti coloro che lo circondano. Siamo entusiasti di sostenerci a vicenda per altri quattro anni».

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...