Peter Fill secondo nella prova cronometrata delle Finali di Aspen. Kriechmayr il più veloce

Tutto in una gara per tentare un grandissimo e storico bis nella Coppa del Mondo di discesa libera. Sono iniziate oggi le Finali ad Aspen e si è da poco conclusa la prima prova cronometrata. L’azzurro Peter Fill è partito con il piede giusto e ha fatto segnare il secondo tempo, a 26/100 dall’austriaco Vincent Kriechmayr, miglior crono in 1.34.58. Terzo il canadese Manuel Osborne-Paradis, a 55/100, con Matthias Mayer quarto e Adrien Theaux quinto, rispettivamente staccati di 70 e 85 centesimi.

Peter Fill ©Agence Zoom
Peter Fill ©Agence Zoom

PER LA COPPA DEL MONDO – In chiave Coppa del Mondo di specialità, il norvegese Kjetil Jansrud non è andato oltre il quindicesimo tempo, staccato di 2”01 dalla vetta, ancora più indietro l’altro azzurro Dominik Paris, ventunesimo a tre secondi. È ancora presto però, domani è in programma l’ultima prova, poi ci sarà la gara che varrà una stagione.

LA STANDING – A una gara dalla conclusione Jansrud comanda con 407 punti, davanti agli azzurri Peter Fill (374) e Dominik Paris (271). La sfida tra il norvegese e il carabiniere di Castelrotto è iniziata.

RISULTATI UFFICIALI

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...