Pensieri 'mondiali'…

Prandelli in FISI sarebbe rimasto dt?

Certo che lo sci è proprio strano, un mondo a se’ stante, un pianeta diverso. E gli italiani hanno una concezione dello sport personalistica, totalitaria, divina. O sei Tomba, Valentino, Pantani o non sei nessuno (calciatori a parte). Troppe volte sentiamo ancora quella maledetta affermazione: ‘Ma quando arriverà un altro Alberto Tomba?’. Peccato che dopo Tomba tanti campioni hanno vinto e stravinto, si sono messi al collo medaglie olimpiche e mondiali, hanno alzato al cielo coppe, ma sembra che queste imprese non siano servite ad un bel nulla. E invece è davvero paradossale che uno sport come il calcio, nonostante anni di crisi e una nazionale italiana che perde clamorosamente con Costa Rica e Uruguay al Mondiale, sia osannato, acclamato, portato come valore assoluto di sacrificio e lealtà, esaltato. E i nostri calciatori affamati di denaro e vizi presi ad esempio. Lo sport meno vincente oggi risulta sempre quello più seguito e tifato. E non è solo colpo dell’ignoranza del nostro popolo, ma anche di gran parte della stampa che vive di solo calcio. E non è solo colpa del ‘popolo bue’ e dei ‘giornalisti venduti’, ma forse anche proprio del nostro mondo che è davvero incapace di vendersi, di saper raccogliere i frutti di tante vittorie. E forse anche la nostra federazione un bell’esempio non lo da’. Cesare Prandelli ha perso e si è dimesso. Ci mancherebbe altro! Da noi i vincenti vanno tutti a casa. Diretti, senza appello. Claudio Ravetto, Alessandro Serra, Devid Salvadori: hanno vinto coppe e medaglie, sono però fuori dai giochi. E allora? Anche da noi c’è la politica. Eccome. Se un comitato regionale spinge un allenatore, quello deve essere promosso o spostato. Non conta se ha fallito. Chi vince invece va a casa. Ah, in questo siamo peggio del calcio. Ma vi sembra normale?

Altre news

Coppa Europa, Asja Zenere vince il superG in Val Sarentino

Stoccata vincente di Asja Zenere nel superG di Coppa Europa in Val Sarentino: prestazione in rimonta dell’azzurra che con il best crono negli ultimi due settori sale sul gradino più alto del podio, precedendo di 35 centesimi l’austriaca Magdalena...

Coppa Europa: a Wahlqvist il secondo gigante; 11° Talacci e 12° Franzoni

Undicesimo posto per Simon Talacci e dodicesimo per Giovanni Franzoni nel secondo gigante di Coppa Europa di Pass Thurn. La vittoria è andata al norvegese Jesper Wahlqvist che ha concluso in 1’51″72 e preceduto di 5/100 il tedesco Jonas...

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...