Opening di Soelden, un'occasione per gli outsiders

Grande attesa per i big, ma occhio ai giovani emergenti

Un primo risveglio tra le nubi ha fatto per un attimo temere questa mattina, ma ben presto, verso le 9.30, il cielo azzurro si è fatto vedere limpido più che mai. Le temperature in effetti questa notte si erano assestate intorno a -6° sul ghiacciaio del Rettenbach, dove gli addetti ormai stanno ultimando i lavori sulle piste. Previsioni per il week-end buone, quindi, e oggi ultimissima giornata d’allenamento per la squadra maschile austriaca, qui da dieci giorni per prepararsi al meglio in occasione della consueta tappa d’apertura stagionale. Abbiamo incontrato Benni Raich ieri nel centro del paese di Soelden, che ci conferma di essere prontissimo per l’esordio di stagione. “Quest’estate mi sono allenato molto sia sugli sci che atleticamente – ci racconta Benni e mi sento pronto per la prima competizione. Ovviamente devo ancora raggiungere il 100% della forma”. Staremo a vedere quindi ciò che accadrà in questa edizione della gara di Soelden, un’apertura che riserva ogni anno molte sorprese dopo i sei mesi d’estate in cui la Coppa del Mondo si ferma. Al cancelletto di partenza quindi ci si aspetta qualche stupefacente prestazione dai più giovani, primo tra tutti il francese Pinturault, classe 1991, ampiamente il più forte del suo anno, alla partenza tra i primi cinquanta spera di qualificarsi nei trenta alla grande. Ma ottime possibilità di mettersi in mostra le avranno anche Matts Olsson, numero due in Svezia, classe 1988, che parte a ridosso dei trenta, o Tommy Ford staunitense dell’89, ‘pupillo’ di Bode Miller, che partirà subito dietro allo svedese, o ancora lo svizzero Spescha dell’89 e l’austriaco Sieber, coetaneo anche di Marcel Hirscher, non ancora alla sua altezza, ma molto competitivo. Ricordiamo poi, al suo esordio in Coppa , il nostro Giò Borsotti, che potrà senz’altro fare la sua bella figura dato che sembra anche sia in gran forma. I primi commenti a caldo direttamente dagli atleti saranno disponibili nel tardo pomeriggio, quando si esporranno per le presentazioni delle varie squadre.

Altre news

Definite le squadre del Comitato Alto Adige

Linea di continuità, dopo i cambiamenti dello scorso anno nel Comitato Alto Adige. Christian Thoma continua a ricoprire il ruolo di responsabile della sezione sci alpino; in campo inoltre Christian Polig (VSS), Thomas Valentini (Grand Prix) e Thomas Rungg...

Gardena 2029, si decide il 4 giugno. Roda: «Grande lavoro condiviso da tutto il territorio»

Il 4 giugno in Islanda a Reykjavík alle ore 18 (20 italiane) la votazione al congresso FIS  per decidere l'assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. In prima linea la nostra Val Gardena che dovrà vedersela con la...

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...