Oltre 60 team iscritti al Fosson. Il parallelo diventa a squadre e varrà per la classifica

Numeri da capogiro per la decima edizione del Memorial Fosson. A fine ottobre è scaduto il termine per presentare le adesioni e il comitato organizzatore ha iniziato a gestire la logistica. Sono oltre 60 le società sportive che hanno risposto presente, per un totale che si aggira intorno alle 600 presenze. Tutte da confermare perché solo d’ora in avanti i club inizieranno a inoltrare la lista degli atleti che avverrà attraverso il modulo già disponibile sul sito della manifestazione.

Per l’evento a squadre, in programma dal 17 al 19 dicembre, arriveranno atleti da tutta Italia, da Nord a Sud, da Est a Ovest. Società grandi, società più piccole, tutte pronte per il primo confronto della stagione. In Valle d’Aosta la prima spolverata di neve è già arrivata e i tecnici dello sci club Aosta – diretti da Umberto Fosson – hanno lavorato a lungo sui prati ancora verdi per posizionare cavi e materiale che ormai saranno fissi.

E c’è una grande novità. Il parallelo diventa a squadre e varrà per la classifica finale dello ski club Challenge. Avrà un peso diverso, rispetto alle altre gare (giganti e slalom), ma comunque rientrerà tra i calcoli per la generale. Al parallelo, che si svolgerà dopo la seconda giornata del Memorial Fosson, parteciperanno le migliori 12 squadre della classifica dello ski club challenge dopo le prime due giornate di gare. La prova si svolgerà in notturna (tardo pomeriggio) sulla pista Baby Gorraz, raggiungibile a piedi. Sfida incrociata a eliminazione diretta con la partecipazione di quattro concorrenti per ognuna delle dodici squadre. Ammessi 1 Ragazzi F, 1 Ragazzi M, 1 Allievi F, 1 Allievi M che gareggeranno nello stesso ordine in cui descritti. Il tracciato sarà disegnato con pali da gigante, sono ammessi gli sci da slalom.

Altre news

Mont Tremblant: comanda Vlhova, Bassino e Brignone sbagliano, sono quarta e sesta con grandi distacchi

C'è Petra Vlhova al comando del secondo gigante di Mont Tremblant, dove la pista non è tra le più difficile ma ricca di dossi che in più di una occasione hanno causato problemi. E con il disegno di oggi,...

In crisi il calendario di Coppa del Mondo maschile: cancellato anche il superG di Beaver Creek

Pazzesco, bestiale. Ma alla fine ci sta. L'uomo non può nulla davanti alle condizioni avverse del meteo, davanti alla natura insomma. Vento, nebbia, neve: niente da fare a Soelden per il gigante, a Cervinia/Zermatt per le due discese e...

Federica Brignone: «Il gigante è la mia prima specialità, vincere in Canada mi mancava»

La prima vittoria in Coppa del Mondo, proprio in gigante, nel lontano 2015 a Sölden. Ogni anno almeno un successo, sino a quello di Mont Tremblant, ancora in gigante: sono ventidue. Che dire ancora di Federica Brignone, della sua...