Odermatt fa subito bingo: secondo in discesa e la Coppa del Mondo è sua. A Kilde quella di specialità

La sfida per la coppa di discesa entra subito nel vivo alla finali: pettorale 1 per Feuz, 3 per Kilde. Lo svizzero chiude in 1:50.97, il norvegese sbaglia in avvio, sino a +0.47, recupera alla grande, portandosi in luce verde, poi altro errore nel curvone finale ed è secondo. Resta leader di specialità per tre punti, ma dovrà aspettare sino alla fine che nessuno si inserisca tra loro due. Mayer fuori gioco a 1.74, Dominik Paris fa paura a Kilde nella parte alta, poi paga un secondo alla fine ed è dietro. Ma siamo solo al pettorale 7, ne mancano ancora 18.

Aleksander Aamodt Kilde ©Agence Zoom

Ci prova a mettere tutti d’accordo Marco Odermatt: best crono con due decimi su Feuz, ma anche lo svizzero non riesce neppure a sedersi nel leader corner, perché deve fare i conti con la discesa monstre di Vincent Kriechmayr che si dimostra il più veloce di tutti. Fanno festa tutti, un po’ meno Feuz: Kriechmayr per la vittoria nell’ultima gara; a Kilde va benissimo anche non salire sul podio, visto che si porta a casa la coppa di specialità con 13 punti di vantaggio su Feuz (terzo alla fine), oltre a quella già in bacheca di superG, ma soprattutto Odermatt che con il secondo posto vince la Coppa del Mondo 2021/2022. 359 punti di margine su Kilde a tre gare dalla fine.
Gli azzurri: Paris con il sesto posto, è comunque terzo nella graduatoria di discesa, Matteo Marsaglia manca la top ten per soli sette centesimi, più indietro invece Christof Innerhofer, ventunesimo. «Non è stato facile oggi – ha detto Paris – nella parte alta ho fatto la mia parte. Non sono stato proprio precisissimo, ma ero veloce. Poi nella parte bassa le curve chiudevano sempre di più e ho perso tempo. La stagione non è andata proprio come speravo: ho avuto un paio di cali dai quali mi sono dovuto riprendere. Per fortuna nel finale di stagione ho sciato abbastanza bene e sono contento di avere concluso fra i top tre del mondo, che è sempre importante. Ora finiamo la stagione per poi riprendersi al meglio per la prossima. Meglio non guardare troppo lontano: chiaro che inseguo la Coppa di discesa e vedremo se nella prossima stagione potrò riuscire a conquistarla».

Altre news

Scivolata in allenamento per Sofia Goggia, ma la situazione è sotto controllo

Qualche attimo di apprensione, ma la situazione è presto rientrata nella normalità. Sofia Goggia stava preparando i Mondiali con un secondo allenamento a Passo San Pellegrino, training interrotto da una caduta: «Si è trattato di una scivolata, in realtà...

Coppa Europa, all’austriaco Traninger il secondo superG di Orcières

La settimana veloce di Coppa Europa maschile ad Orcières si completa con un secondo superG. Giornata di sole sulle nevi francesi con una sfida giocata sul filo dei centesimi, con la top ten in mezzo secondo. Sigillo vincente dell’austriaco...

Limone, Haller domina lo slalom. Nel GPI Collomb anticipa Mondinelli e Bieler

Due giorni di Gran Premio Italia femminile a Limone Piemonte nell'evento organizzato da Equipe Limone e Ski College Limone. Nello slalom si impone con decisione Celina Haller: l'azzurra anticipa la compagna di squadra Emilia Mondinelli staccandola di 1.02. A...

Battisti sbanca Alleghe: suo il gigante e GPI Senior. Ancora Bertoldini nel GPI Junior

Ad Alleghe primo dei tre giorni di Gran Premio Italia. In programma un gigante Fis che ha visto il netto dominio di Alberto Battisti. Il senior dell'Esercito conquista anche la tappa del Gran Premio Italia Senior. Distacchi importanti infligge l'altoatesino:...