Nani, il grande escluso

Roberto Nani fuori da tutto. Il livignasco, 3 top five e 18 top ten in Coppa del Mondo in gigante, non è stato inserito nell’organigramma della federazione italiana sport invernali per la stagione 2019-2020. Un inverno da dimenticare quello del valtellinese, dove non è riuscito a risalire le posizioni nella start list e addirittura è stato escluso nelle ultime tappe della massima serie. Si sapeva, e forse era anche giusto così, del non inserimento in squadra nazionale per la prossima stagione, ma probabilmente l’innesto nel gruppo dei cosidetti ‘atleti di interesse nazionale’ ci poteva stare. Anche come un segnale sul futuro, sulla possibilità di essere ancora preso in considerazione. Nani rimane un gigantista che, fra i pochissimi in Italia oggigiorno che si affacciano nella massima serie, ha dimostrato di valere l’alto livello, le prime posizioni. E lo ha fatto con continuità per almeno due-tre stagioni. Tornerà davanti? Speriamo, certo è che non si può disimparare a sciare tutto d’un tratto. Forse qualche considerazione in più poteva starci, anche perché ll panorama del gigante azzurro è ai minimi termini e non si vedono ancora ricambi certi. Almeno fino a quest’anno.

ECCO NANI – Intanto Roberto Nani ha digerito questa esclusione e vuole guardare subito avanti: «Ci sta tutto, anzi, mi sono messo subito in moto per organizzare il mio futuro e vedere come gestirmi con sponsorizzazioni e altri progetti innovativi. La determinazione e la passione non mancano, mancano solo ancora delle certezze. Devo sapere dalla federazione se verrò ancora calcolato, se avrò ancora delle chance da potermi giocare e così presentarmi in autunno competitivo». Roby ha già dimostrato di arrivare in Coppa del Mondo con un’altra strada. Senza la trafila classifica dalle squadre nazionali giovanili fino alla squadra A, è riuscito ad primeggiare comunque. Abituato alle battaglie, Nani ci proverà ancora. 

Altre news

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...

I norvegesi ripartono dal Trentino

Anche quest'anno la Nazionale norvegese ha scelto il Garda Trentino per il ritiro estivo, con allenamenti tra il Lago di Garda e le Dolomiti della Paganella. Dal 19 al 24 maggio, undici atleti ed i loro tecnici hanno sfruttato...

Pronte le squadre del Comitato AOC

Definite le squadre del Comitato AOC. Linea di continuità con la conferma degli allenatori Alberto Platinetti per il settore femminile, Ruggero Barbera per quello maschile e Alessandro Roberto in affiancamento per entrambe le squadre. Il responsabile Oriano Rigamonti ha...