Le ultime novità emerse da Palazzo Chigi, riportate questa mattina sul sito del quotidiano Repubblica (Conte chiude allo sci: no a vacanze sulla neve o si ripete Ferragosto, il titolo della notizia) non sono certo di buon auspicio per il mondo neve, per il nostro mondo. Nel giorno in cui il protocollo degli impianti a fune viene discusso nella Conferenza Stato-Regioni, potrebbe arrivare anche una comunicazione sportiva, che almeno fa tornare un po’ di sorriso agli sci club. 

Se le ultime ore e l’avanzamento dei lavori non avranno di nuovo cambiato le carte in tavola, dovrebbe ripartire a breve l’attività per le categorie Ragazzi e Allievi. La volontà sarebbe emersa nell’ultimo consiglio federale del 19 novembre. E le indiscrezioni sono subito arrivate ai club.

La nota della Fisi, post consiglio, parla di «Il Presidente e il Consiglio Federale prendono in analisi le azioni da intraprendere per la ripresa delle attività federali in particolare per quelle che, al momento, sono sospese in ottemperanza alle attuali disposizioni governative. È in corso una valutazione sui calendari federali (nazionali e internazionali) per definire la possibilità di ripresa delle attività di allenamento delle diverse categorie interessate». 

Molti sci club e allenatori però danno già per certo che da giovedì (o comunque tra non molti giorni) Ragazzi e Allievi potranno tornare a sciare. Tantissimi hanno addirittura già prenotato gli alberghi a Breuil-Cervinia per riprendere gli allenamenti. Altri si stanno organizzando con pulmini, trasferte, programmi e prenotazioni piste. Sentendo parlare qualche tecnico, sembra essere già tutto definito. Insomma, sembrerebbe mancare solo il documento ufficiale, forse in arrivo nelle prossime ore.