Moelgg: ‘Ho subito capito che la stagione era persa’

Manfred Moelgg, operato ieri al tendine d’achille, è ancora ricoverato all’ospedale di Brunico, dove questa mattina ha mosso i primi passi con le stampelle. Ha il piede ingessato e resterà tale per almeno una decina di giorni. Moelgg, che aveva deciso di non partecipare al raduno sciistico di Saas-Fee, si è infortunato mentre faceva preparazione atletica a casa. «Stavo facendo balzi in salita e ho sentito un dolore fortissimo – ha detto il marebbano -. Ho sentito proprio la rottura, il distaccamento. Forse ero già un po’ stanco».

«SUBITO CAPITO LA GRAVITA’» – ‘Manni’ ha subito capito che si era infortunato gravemente e che la sua stagione era praticamente già finita. «La prima cosa che ho pensato e che la mia stagione era finita o comunque ampiamente compromessa». I tempi di recupero sono incerti. Dipendono da tanti fattori e non sono standard per tutti. «Non so quando potrò riprendere, però a questo punto bisogna concentrarsi sulla riabilitazione e lavorare nel migliore dei modi per tornare ai massimi livelli».

«ERO IN FORMA» – Ancora lo slalomgigantista azzurro: «Mi stavo allenando davvero molto bene. Ero in forma e avevo programmato di partire in Argentina per fare gigante e slalom. Peccato davvero».

SIMONE DEL DIO – Il tecnico azzurro, oggi in pista a Saas-Fee con Stefano Gross, Cristian Deville, Giordano Ronci e Riccardo Tonetti, ha detto che «l’intervento è andato bene ed è già un buon punto di partenza per Manfred. Peccato per la stagione, i suoi tempi di recupero non si conoscono. Ora, insieme a Luca Caselli, si inizierà la riabilitazione».

Altre news

Roberta Melesi lancia un bel segnale: «Ho tirato fuori quello che sto costruendo»

Dietro a Marta Bassino e Federica Brignone (ieri nona con alcune sequenze buone e altre da rivedere) c'è qualcosa che si muove. Ed è una bellissima notizia per il gigante azzurro e più in generale per tutto il movimento....

Divertimento e spensieratezza le parole d’ordine di Marta Bassino

Prima di Soelden, gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di seguire le atlete in pista, parlavano di due atlete in grande forma: la svedese Sara Hector (ieri terza) e l'azzurra Marta Bassino. Ma poi quel gigante sul...

Kilde apre le danze della velocità con un successo a Lake Louise

La prima discesa della stagione è nel segno di Aleksander Aamodt Kilde. A Lake Louise il maltempo concede una tregua: visibilità spesso piatta, a volte con il sole, ma pista bella compatta. Il norvegese, con il pettorale 6, primo...

Killington: Bassino seconda dietro solo a Gut-Behrami. Nona Brignone, Melesi ottima 11a, primi punti per Colturi

È di Lara Gut-Behrami il primo gigante della stagione. L'elvetica ha vinto la prova di Killington - con partenza abbassata per il vento - con soli 7/100 sull'azzurra Marta Bassino che centra subito il podio, il ventiduesimo della sua...