Miradoli firma il best crono nella prima prova della discesa femminile delle finali di Coppa del Mondo, quinta Brignone, decima Goggia

Romane Miradoli firma il best crono nella prima prova cronometrata della discesa femminile delle finali di Coppa del Mondo, un tempo di 37 centesimi migliore di quello di Lara Gut-Behrami, seconda con salto di porta, e di 40 più veloce di Mikaela Shiffrin, terza. Quarta è Ester Ledecka, a 47, e quinta Federica Brignone, staccata di 59. «Nella parte alta ho fatto un po’ fatica perché è stato come trovarsi davanti un’autostrada ed è puro scorrimento. Poi cominciano le curve e si entra in un bosco dove si continua a girare fino al traguardo, con curve tutte in velocità. Ho trovato da subito il tempismo giusto, anche se ho preso del margine perché era la prima volta per tutte noi su questa pista. Martedì penserò a limare le linee, parto per essere competitiva anche in discesa, non ci sono curve secchissime, bisogna lasciare andare gli sci».

La lotta per della Coppa di specialità si restringe a due sole atlete: Corinne Suter, oggi sesta a 89 centesimi dalla vetta, e Sofia Goggia – che parte da un vantaggio di 75 punti – e che oggi ha assaggiato l’Eclipse, traendone un decimo posto a 1.20 dalla prima. «Sono tornata a casa da Crans Montana e mi sono concessa qualche giorno di riposo perché mi rendo conto che la stagione è stata molto pesante con l’infortunio di Cortina, ho messo in gioco tutta la forza che avevo per recuperare in vista delle Olimpiadi e cosi è stato. Devo raccogliere le energie rimaste per raggiungere l’obiettivo finale della Coppa del mondo di discesa. La pista nuova mi è molto piaciuta, nella prima prova cronometrata mi è mancata ancora un po’ la confidenza nelle curve a sinistra sulla gamba infortunata, ci sarà da fare una bella analisi video per fidarsi totalmente».

In casa Italia si registra il 16° tempo per Marta Bassino, a 1.71 dalla leader, che ha preceduto Elena Curtoni, per 5 centesimi. Più attardata Nadia Delago, staccata di quasi 3 secondi dal miglior tempo.

Altre news

L’impegno di Sima continua

Enzo Sima è pronto per restare in consiglio federale. Il friulano ha scelto di sostenere Alessandro Falez come presidente e subito spiega le sue ragioni: «Innanzitutto il mio impegno per la Fisi continua, ho a cuore questo mondo. Abbiano...

Da Soelden a Soldeu, tante occasioni per staccare un biglietto e assistere alla Coppa

La prima neve è arrivata, i ghiacciai stanno riaprendo, le squadre stanno ultimando le lunghe trasferte oltreoceano e si apprestano ormai - chi prima e chi dopo - a rientrare e a fare ritorno sulle nevi europee. Ormai si...

Dallocchio, i quattro punti per la Fisi del professore della Bocconi

Professore universitario alla Bocconi, Maurizio Dallocchio si candida come consigliere nella prossima assemblea elettiva. «Sono un cittadino, la mia casa è Milano, ma amo da sempre la montagna e un giorno vorrei andare a vivere lì. E ovviamente sono...

Persio Pennesi, la sicurezza al centro del programma

Francesco Persio Pennesi è un volto conosciuto nel mondo dello sci. Avvocato - e maestro di sci con esperienze in Italia ed all’estero tra Bariloche, Valle Nevado, Aspen e St. Moritz -, ha concentrato le sue conoscenze lavorative sulla...