Successo numero 62 (quarantaduesimo in slalom) e aggancio a Annemarie Moser-Pröll al secondo posto nella hall of fame delle più vincenti in Coppa del Mondo. Mikaela Shiffrin non concede nulla anche nella seconda manche dello slalom di Killington: una piccola imprecisione in alto, poi una progressione incredibile. Arriva sul traguardo, incrementando ancor di più il margine sulle avversarie. Piazza d’onore per Petra Vlhova, poco brillante (solo diciottesimo tempo di manche) con un gap che sale a 2.29. Dalla quarta il margine sale oltre tre secondi, dall’ottava a quattro…

Esce dalla top 3 Wendy Holdener che inforca alla seconda porta. Così sul podio sale la svedese Anna Swenn Larsson che risale sei posizioni. Quindi la tedesca Christina Ackermann, la norvegese Nina Haver-Loeseth (che firma il best crono nella seconda discesa, risalendo dodici posizioni), l’austriaca Katharina Liensberger, la canadese Roni Remme, l’austriaca Katharina Gallhuber, la svizzera Michelle Gisin, con decima Irene Curtoni: due gravi errori, ma alla fine la valtellinese risale cinque posizioni e ritorna nella top ten. Peccato per Federica Brignone: attacca senza paura, ma soprattutto scia bene ed è veloce, ma a metà tracciato inforca, un po’ tradita dalla neve portata dal vento sulla base del palo.

Irene Curtoni ©Agence Zoom

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.