Zanitzer e Mencaccini

La pattuglia degli #InossidabiliSenior perde un altro pezzo. Lascia Lorenzo Mencaccini, bolognese classe 1998, dopo un anno di tesseramento con le Fiamme Gialle. E si, la Finanza lo ha lasciato a piedi e il giovanotto, che due anni fa aveva dimostrato di essere un valido gigantista in forza allo Ski Dreams Nidec di Gianluca Zanitzer e Francesco Princi, dice basta. Una stagione positiva all’ultimo anno di categoria con l’associazione friulana aderente al Monte Lussari, mettendosi in mostra fra le porte larghe nel circuito istituzionale. Poi, al primo anno Senior, ecco l’opportunità della Finanza dicevamo.

ECCO MENCA – Ci dice Lorenzo: «Peccato, sono stato lasciato a casa dopo una stagione. Mi hanno comunicato che interessano non tanto i Senior, ma gli atleti più giovani. Mi hanno riferito che non è stato il gruppo sportivo militare, ma la decisione è venuta da sfere più alte. In autunno andavo forte in allenamento, poi durante la stagione sono stato fermo oltre un mese a causa di una mononucleosi che mi ha creato problemi anche alla milza. Praticamente trenta giorni a letto e con una dieta ferrea da seguire. Quando sono tornato a gareggiare ad inizio febbraio non ero proprio in condizione per mettermi in mostra, spesso mi sentivo spossato e stanco». Non è la prima volta che i gruppi sportivi militari optano con più insistenza per i più giovani rispetto ai Senior, in controtendenza alla loro missione naturale. E adesso? Ancora Mencaccini: «Lascio la carriera agonistica tradizionale a questo punto. Andrò negli Stati Uniti nello stato del Vermont a Castleton a fare l’Università e a continuare a sciare. Ma prima lo studio questa volta, poi le gare. Lo sci rimane la mia grande passione. Così cercherò di mettere le basi per un’altra vita…».