Mattia Casse e quella voglia di continuità

Mattia Casse è in fiducia, fa un’altra bella prestazione sulla difficilissima Stelvio di Bormio, ma non è al settimo cielo. Sa di stare bene, di sciare bene e di essere veloce e così il nono posto di ieri sta un po’ stretto. Resta una bellissima gara, ma una volta tagliato il traguardo, il suo pensiero è un po’ cambiato: «Pensavo qualcosina meglio – racconta -, ho tagliato il traguardo e sembrava buono, poi ho visto il tempo ed era un po’ alto». 

È contento di come ha sciato nella parte alta e nell’ultimo tratto, ghiacciato e lucido a vista d’occhio. «In centro ho fatto un po’ più di fatica – aggiunge -. Ma sono stato autore di un’altra gara davvero solida. La luce che andava e veniva? No, quella davvero non mi ha cambiato tanto». 

Mattia Casse in azione ©Agence Zoom

Mattia comunque risponde presente in un’altra occasione, alla viglia di un mese della velocità davvero intenso. Ora la parola d’ordine è una sola: continuità. Casse cerca quella, vuole avere la costanza di essere sempre lì a giocarsela con i migliori. Top 10 costante, senza passare dallo splendido podio della Val Gardena a una posizione a ridosso dei trenta. Idee chiare per continuare a crescere. 

E poi parla della pista Stelvio: «La gara si decide da cima a fondo, non c’è un tratto in cui fare la differenza, qui prima di tutto bisogna tenere duro. È un pendio tosto e impegnativo e una pista molto veloce». Domani il superG? Ride, più o meno, dopo tre giorni tostissimi di discesa, e dice: «Vedremo come sarà». 

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...