Matteo Guadagnini: "E' stato un incubo"

«Una gara così non me la sarei immaginata neppure nel peggiore incubo». Matteo Guadagnini è rassegnato: il gigante era una delle gare più attese ed gli azzurri sono sprofondati. Il tecnico della squadra azzurra non ammette attenuanti. «Eravamo arrivati anche preparati a questo appuntamento, sapevamo di poter essere competitivi, invece nulla: mai in gara, sempre lontano dai primi». E’ bastato un pendio un po’ più facile, una neve un po’ morbida e la squadra azzurra si è sciolta. Blardone è l’unico che è ‘rimasto in piedi’ anche se solo nella prima manche, Simoncelli aveva un ritardo di 74 centesimi già dopo 41 secondi di gara, il tempo parziale di Moelgg al primo intermedio della seconda manche vale la trentacinquesima posizione, Ploner ci ha provato solo nel finale della seconda manche con il terzo tempo parziale. Insomma troppo poco. Nessuno ha fatto errori clamorosi, tutti non riuscivamo a far correre lo sci. A mani vuote anche questa volta, dopo Torino 2006. «Non cerchiamo attenuanti – ha concluso Guadagnini – lasciamo perdere le caratteristiche della pista o la condizione fisica degli atleti. Peggio di così non poteva andare. Il futuro? Non ci voglio pensare».

Altre news

Flavio Roda nominato vice presidente della Fis

Prima riunione a Zurigo del nuovo Consiglio della Fis. Il presidente della Fisi, Flavio Roda, rieletto in consiglio con il maggior numero di consensi (114), è stato nominato vice presidente, insieme al ceco Roman Kumpost, al giapponese Aki Murasato...

Trentino, nello staff arrivano Menegalli e Ferrari

l settore sci alpino del Comitato Trentino della Fisi ha un nuovo staff tecnico per la stagione sportiva 2022/2023. Il riconfermatissimo direttore tecnico Matteo Guadagnini, con una rilevante esperienza internazionale, ha creato un nuovo gruppo di lavoro con allenatori...

Innerhofer ad agosto sugli sci. Intanto bici e atletica

Fra i vari big degli sporti invernali al via della 35a edizione della Maratona Dles Dolomites c'era anche Christof Innerhofer. Classe ''84, altoatesino di Gais, si è cimentato nel percorso medio di 106 chilometri e 3000 metri di dislivello....

A luglio tempo di elezioni anche in AOC e FVG

Dopo Alto Adige, Trentino, Liguria e Asiva, altri due comitati hanno fissato le date delle assemblee elettive. Sarà proprio il Comitato Alpi Occidentali ad aprire la tornata elettiva, visto che l’appuntamento sarà il 22 luglio nella Sala Convegni Coni a...